di Marco Locatelli 5 Giugno 2020

Un corso di laurea per imparare a produrre semi e piante, il primo in Italia. A lanciare il nuovo percorso accademico, che sarà inaugurato con l’anno 2020/21, è l’Università della Tuscia di Viterbo in collaborazione con Assosementi,  l’Associazione che riunisce le aziende sementiere italiane.

Chi deciderà di frequentare questo nuovo corso verrà formato per programmare e gestire la produzione sostenibile di semi e piante di alta qualità.

Le competenze che matureranno gli studenti che “usciranno” dall’Università di produzione semi e piante viterbese saranno spendibili in campo agronomico, itopatologico, biotecnologico, economico-giuridico e commerciale. I neolaureato potranno occuparsi di diverse attività, come la certificazione delle produzioni vivaistiche e sementiere, la costituzione, la registrazione e la protezione di nuove varietà vegetali e le azioni di marketing nella filiera vivaistica.

“Riteniamo indispensabile la formazione di giovani tecnici e ricercatori con specializzazione nel settore – ha detto il presidente di Assosementi Giuseppe Carli presentando l’iniziativa – dove l’evoluzione della ricerca e la disponibilità di nuove tecniche di produzione richiedono specifiche e approfondite conoscenze”.

Importante la sinergia con il mondo del lavoro, come sottolinea Carli: “Alcune nostre associate hanno confermato la propria disponibilità a supportare il corso garantendo presso le proprie strutture i tirocini previsti al terzo anno del programma didattico”.