di Marco Locatelli 3 Maggio 2021

Birra, sconti ai ristoranti e tanti altri “regali” ai cittadini che decidono di vaccinarsi in alcuni Stati degli USA.

Sì, perché se è vero che gli Stati Uniti d’America sono molto avanti nella campagna vaccinale massiva, allo stesso tempo alcuni cittadini stanno cominciando a rifiutare il vaccino o il richiamo.

E così, per poter raggiungere l’immunità di gregge il prima possibile, ora alcuni Stati USA puntano sugli “incentivi”. Ad esempio, il West Virginia premia con un bond da 100 dollari i vaccinati fra i 16 e i 35 anni, la fascia di popolazione meno facile da convincere.

Ci sono poi diversi colossi come AT&T, Instacart, Target, Trader Joe’s, Chobani, Petco, Darden Restaurants, McDonald’s e Dollar General che propongono soldi extra in busta paga ai dipendenti che decidono di vaccinarsi.

C’è poi la birra Samuel Adams che ha lanciato l’iniziativa “Shot and beer”, con la quale offrirà una birra alle prime 1.000 persone che posteranno sui social una loro foto dell’avvenuta vaccinazione.

La Kryspy Kreme regala una ciambella americana ai clienti che si presentano con la loro carta vaccinale, i Chagrin Cinemas di Cliveland regalano invece i popcorn, mentre alcuni ristoranti offrono sconti fino al 50%.

Fonte: Corriere del Ticino