Usa, l’abolizione del “reddito di cittadinanza” non fa aumentare le assunzioni

Molti stati degli Usa, passata l'emergenza pandemica, hanno abolito le misure di sostegno alla disoccupazione simili al nostro reddito di cittadinanza: ma questo non si è tradotto in un aumento di baristi e camerieri.

L’abolizione del reddito di cittadinanza farebbe aumentare le persone che cercano lavoro e porrebbe fine, per esempio, alla carenza di baristi e camerieri che lamentano molti ristoratori? Non lo sappiamo, ma i suggerimenti che arrivano da oltreoceano sembrerebbe andare nella direzione opposta. Negli Usa alcuni stati hanno posto fine anticipatamente ai sussidi di disoccupazione federali, ma hanno visto la stessa crescita occupazionale degli stati che hanno continuato a offrire gli aiuti extra legati alla pandemia.

Negli Stati Uniti diversi interventi normativi straordinari hanno aumentato l’importo delle indennità di disoccupazione,  recentemente di 300 dollari a settimana per un periodo di 18 mesi. I vantaggi aggiuntivi scadono a livello nazionale questa settimana, ma 25 stati hanno già posto fine all’aiuto finanziario durante l’estate e la maggior parte di loro si è anche mossa per porre fine ad altri programmi di disoccupazione specifici per la pandemia, come i sussidi per i lavoratori autonomi e i precari. Ma questo non sembra aver ingrossato le fila dei disoccupati in cerca di lavoro: si sapeva in teoria, ora lo dimostra la pratica.

camerieri

Come ha scritto il Washington Post qualche mese fa, “studio dopo studio è stato sfatato il mito che i sussidi di emergenza e i pagamenti occasionali forniti dal governo disincentivino le persone a tornare in massa al lavoro”. Per non parlare del fatto che i benefici da soli non sono sempre sufficienti alle persone, specialmente quelle con famiglie, per tirare avanti.

Quindi non sorprende che la scorsa settimana il Wall Street Journal abbia riportato che gli stati che hanno interrotto anticipatamente i sussidi di disoccupazione non hanno visto alcuna differenza nella crescita dell’occupazione. E il rapporto di lavoro del mese scorso è stato, come ha affermato la CNBC, “un’enorme delusione” e il peggiore da gennaio. Sono stati aggiunti solo 235.000 posti di lavoro, rispetto ai 720.000 previsti. La crescita dell’occupazione nel tempo libero e nell’ospitalità si è arrestata dopo aver guidato l’economia negli ultimi sei mesi.

Potrebbe interessarti anche