di Valentina Dirindin 25 Settembre 2020
liquirizia ph Pizabay

Si può morire per aver mangiato troppa liquirizia: è successo a un uomo negli Stati Uniti, che ne ha mangiata un pacchetto e mezzo al giorno in forma di caramelle, fino a rimanerne intossicato.

L’uomo, un 54enne del Massachusetts, è improvvisamente morto per arresto cardiaco mentre si trovava in un fast food: fatale, dicono i medici, la sua alimentazione sbilanciata, e in particolare l’abitudine di mangiare davvero troppa liquirizia nera. L’acido glicirrizico, il principio attivo contenuto all’interno nella liquirizia, infatti, in grandi dosi può causare diversi scompensi fisici: ipertensione, ipopotassiemia, alcalosi metabolica, aritmie fatali e insufficienza renale.

Dunque, se assunto in grandi quantità, può essere tossico, e portare a malattie anche croniche. Tutte problematiche riscontrate a posteriori nel paziente, e ricondotte alla pessima abitudine di mangiare caramelle alla liquirizia in grandi quantità.

Così il caso dell’uomo “morto di liquirizia” è stato analizzato dai medici e pubblicato poi sul New England Journal of Medicine, come esempio di intossicazione da acido glicirrizico. Non che ci sembri necessario scomodare un team di luminari della medicina per dimostrare che mangiare un pacchetto di caramelle quotidianamente non sia una grandissima abitudine salutare, liquirizia o non liquirizia. Ma si sa, non si smette mai di imparare.

[Fonte: La Stampa | Immagine: Pixabay]