di Valentina Dirindin 15 Ottobre 2020
rasoio ph pixabay

Un ex dipendente di una pizzeria è stato arrestato negli Stati Uniti dopo che un cliente ha trovato lame di rasoio infilate nell’impasto della pizza che aveva comprato.

L’episodio è avvenuto in un Saco Hannaford Supermarket (una catena della GDO americana) del Maine: è stata la stessa proprietà a contattare e informare la polizia dopo che, a seguito di una segnalazione di un cliente, alcune lame sono state trovate in un lotto di pasta per pizza di marca Portland Pie acquistata nel negozio.

A mettercele, secondo le indagini, sarebbe stato Nicholas R. Mitchell, un uomo di trentotto anni, ex dipendente di It’ll Be Pizza, l’azienda americana che produce l’impasto in cui sono state trovate le lame di rasoio. Le telecamere di sorveglianza avrebbero immortalato l’uomo mentre manometteva i pacchi di impasto: per questo è stato arrestato mentre si trovava nel New Hampshire, anche se il movente del folle e pericolosissimo gesto resta ancora da chiarire.

In seguito alla vicenda, la catena ha rimosso per precauzione tutti i prodotti Portland Pie da tutti gli scaffali dei negozi e ha sospeso il rifornimento dei prodotti a tempo indeterminato. Tutti i consumatori che hanno acquistato i prodotti delle marche coinvolte sono inoltre stati invitati a restituirli.

[Fonte: BBC | Immagine: Pixabay]