Cinque milioni di euro per l’apertura di nuovi negozi monomarca in Europa: a tanto ammonta l’emissione obbligazionaria emessa da Venchi, storico marco della cioccolateria piemontese.

Un’operazione che punta a portare il marchio – già ben posizionato in Italia, con numerosi store in punti commercialmente strategici del territorio. In tutto, il gruppo conta 120 negozi monomarca, di cui già molti all’estero: sono settantatré infatti i punti vendita esteri, posizionati nelle più importanti capitali mondiali (come New York, Singapore, Pechino, Londra, Hong Kong, Shanghai, Tokyo), mentre quarantasette sono gli spazi aperti in Italia. Un brand, dunque, che già in passato ha puntato molto sull’esportazione internazionale, e che torna a investire in tal senso per un’ulteriore espansione. “La nostra strategia è proprio quella di portare sui mercati internazionali non più semplicemente un prodotto Made in Italy ma una vera e propria “Experienced like in Italy”, ha spiegato Daniele Ferrero, amministratore delegato e presidente di Venchi, raccontando l’operazione legata a questa emissione obbligazionaria.

L’emissione per la nuova operazione è stata sottoscritta da Sace Simest, il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cdp, tramite il Fondo Sviluppo Export – nato su iniziativa di Sace (Gruppo CDP) e gestito da Amundi SGR con le risorse messe a disposizione dalla stessa SACE SIMEST e quelle della Banca Europea per gli Investimenti.

[Fonte: Ansa Terra & Gusto]

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento