Venezia 2021, non solo cinema ma anche cibo con il Social Food Festival

Alla Mostra del Cinema di Venezia spunta Isola Edipo, per nutrire cittadini e cinefili all'insegna della qualità e della sostenibilità.

Alla  78esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2021 non c’è solo cinema, ma anche cibo, con “L’unione dei sapori e dei saperi delle cucine veneziane, per nutrire la città e il Festival del cinema”, un progetto di cucina condivisa a cura di Isola Edipo. Il progetto rientra all’interno dell’annuale Social Food Festival promosso in collaborazione con la Rete Internazionale dell’Economia Sociale con il patrocinio e la partecipazione di Coldiretti e quest’anno nel sostegno della battaglia NCO contro la mattanza delle bufale.

Nel corso della primavera del 2020 la Edipo Re Impresa sociale, impegnata da più di cinque anni nel cuore della Laguna di Venezia nello sviluppo di progettualità legate alla valorizzazione del territorio attraverso l’attivazione di inedite sinergie tra saperi, tradizioni e linguaggi artistici differenti, alla luce di principi quali sostenibilità ambientale e inclusione sociale, ha dato via a un’avventura condivisa per rispondere in modo collettivo alle difficoltà generate dall’abbattersi della pandemia sulla vita di tutti e tutte noi e sulla città. È nato così Residence Kitchen: un progetto realizzato dall’incontro di alcuni dei ristoranti della Buona Accoglienza e di quei ristoratori che in città lavorano con una particolare attenzione e qualità verso un certo tipo di cucina, e che si inserisce nella prospettiva della ri-creazione di un modello di sviluppo armonico e virtuoso che strappi il circuito alimentare dal meccanismo produttivo industriale e che mette al centro del piatto la storia delle materie prime e della filiera produttiva che le ha generate, dando loro nuova vita grazie alle mani sapienti degli chef coinvolti.

venezia

Il progetto, che in un primo tempo ha visto la partecipazione dei ristoranti: Glam assieme allo chef Donato Ascani, Il Covo, Local accompagnato dallo chef Matteo Tagliapietra, Le Carampane, Osteria alle Testiere, Oro Restaurant con lo chef Bisetto e la partecipazione di Belmond Cipriani, ora sviluppatosi ulteriormente con l’arrivo di Meteri Terroir, Pensione Wildner, Osteria Bacaro Risorto, Saorè, Tocia e la chef Giulia Busato, approda ora a Isola Edipo, in occasione della 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Ogni sera, dal 31 agosto all’11 settembre, gli abitanti della città e i frequentatori del Festival potranno incontrarsi a Isola Edipo, attorno alle tavole rotonde della cucina condivisa degli chef Residence Kitchen. E’ necessaria la prenotazione via mail. Ad accompagnare le serate Residence Kitchen, i daily food a cura di Mitilla e Barbabolle all’interno del Social Food Festival promosso ogni anno a Isola Edipo dalla Rete Internazionale dell’Economia Sociale in collaborazione con Coldiretti, la presenza di Le Manzane, Mamma Emma, Nonno Nanni e quest’anno la partecipazione eccezionale di Bistrot Caffè.

Residence Kitchen rientra in un progetto più ampio denominato ANCORA VENEZIA che prevede una chiamata alle arti per la città: accanto agli chef, i musicisti, i registi, gli scrittori e gli artisti. Isola Edipo – cinema, arti e attualità all’insegna dei diritti e della sostenibilità accompagnati dal Social Food Festival della Rete Internazionale dell’Economia Sociale, è promossa dalla Edipo Re di Sibylle Righetti e Enrico Vianello, sotto la direzione artistica di Silvia Jop, in collaborazione con le Giornate degli Autori, con il patrocinio della Regione Veneto, del Comune di Venezia e della Veneto Film Commission.

Potrebbe interessarti anche