di Valentina Dirindin 10 Aprile 2020
venezia

A Venezia c’è un romanticissimo verduriere che consegna le sue verdure bio navigando su una barca a remi tra i canali. È una delle tante cose che il Coronavirus ha in qualche misura cambiato, imponendo (e in parte permettendo) un ritorno al passato, a ritmi più lenti e luoghi meno affollati. Abbiamo già visto tutti i canali di Venezia con l’acqua incredibilmente cambiata di colore, una volta eliminate di mezzo barche e turisti. E, visto il traffico ridotto, il verduriere Federico Mantova, giovane titolare dell’azienda agricola Donnagnora consegna la sua verdura in tranquillità.

In realtà lo fa da dieci anni, ma mai come oggi riesce a servire la città. “Siamo un’azienda biologica ed era importante che anche le consegne fossero sostenibili”, ha detto a Vanity Fair, che ha raccontato la sua storia. Con la sua barchetta consegna lungo i canali cassette di verdure dell’orto, prodotti da forno, pasta, miele, uova, e in questi giorni anche uova di Pasqua bio del commercio equo solidale. Un ritorno al passato, alla spesa a porta a porta, ai tempi più silenziosi e tranquilli di una volta. Tempi che in qualche modo oggi si sono obbligatoriamente ritrovati.

Decisamente, è questa la faccia meno brutta di questa pandemia.

[Fonte: Vanity Fair]