di Valentina Dirindin 28 Dicembre 2019

Ha dell’incredibile quanto accaduto in una pizzeria di Vibo Valentia, dove dei clienti seduti vicino a dei ragazzi con la sindrome di Down se ne sono andati dicendo che la loro presenza li faceva vomitare.

È giusto tuttavia utilizzare il condizionale, in una vicenda assurda, visto che comunque non abbiamo ancora evidenze di quel che sarebbe successo. Ma resta la denuncia di Francesco Conidi, responsabile del “Club dei ragazzi – Gruppo per l’autonomia dei ragazzi down”, e Concetta, accompagnatori dei ragazzi con la sindrome di Down che sarebbero stati insultati con tanta ignoranza e cattiveria.

Quel che hanno raccontato ai giornalisti di Open è davvero spiacevole: si trovavano in una pizzeria nel paese della Calabria quando una famiglia (mamma, papà e figlia) seduta accanto a loro si è alzata e se n’è andata, dicendo cose come “Capisco che sono malati ma in un locale non possono starci”, e “ci fanno vomitare”.

Ora Concetta, la mamma di uno dei ragazzi insultati, esprime tutta la sua indignazione: “A un certo punto hanno cominciato a urlare dicendo che i nostri ragazzi li facevano vomitare. Insomma, non volevano cenare vicino a loro. Senza alcun motivo, non avevano fatto niente, al massimo avranno tossito perché a uno di loro è andato di traverso l’antipasto. Tutto qui”, ha spiegato Concetta ai giornalisti di Open.

[Fonte: Open]