di Marco Locatelli 9 Giugno 2020

Ai tempi del coronavirus, nel quartiere San Pellegrino di Viterbo, accade che il Comune si “dimentichi” dei diritti dei disabili e assegni il parcheggio a loro destinato ad un ristorante per poterci mettere sedie e tavoli (come misura di sostegno per il rilancio post-covid).

Il fatto è accaduto in un locale in via Cardinal La Fontaine, dove i titolari hanno avuto l’ok dal Comune per mettere due tavoli e otto sedie sopra i parcheggi per disabili, di fronte alle mura esterne del locale.

Il fatto ha ovviamente generato numerose critiche, soprattutto social, e c’è chi dice che si tratta di un vero e proprio abuso. Non per l’assessore al centro storico Laura Allegrini, che ai microfoni de Il Messaggero ha sottolineato che la concessione dello spazio auto in questione non era permanente bensì provvisorio iscritta, con limiti temporali ben precisi.

Parole che però non convincono alcuni residenti: “Se fosse vero quello che sostiene l’assessore le strisce gialle andrebbero cancellate – evidenziano alcuni residenti – Se restano allora vanno rispettate”.

FONTE: IL MESSAGGERO