di Valentina Dirindin 17 Ottobre 2019
pasta Pomodoro e basilico

Forse non lo sapevate, ma il 25 ottobre forse è la giornata nazionalpopolare più importante di tutte: il World Pasta Day, il giorno in cui tutto il mondo celebra la pasta. Dagli spaghetti con la pummarola al Mac ‘n Cheese, dalle linguine con calamaretti spillo e salsa al pane di Antonino Cannavacciuolo ai noodles orientali, tutto il mondo si ferma e celebra uno degli alimenti più amati di sempre.

Soprattutto, ovviamente, nel nostro Paese, dove la pasta è un rito quotidiano. Sì, ma quale pasta? Per scoprirlo TheFork, app per la prenotazione di ristoranti ha collaborato con BVA Doxa, società di ricerche di mercato internazionale, per uno studio sul tema.

Ed ecco che si scopre che gli Italiani sono tradizionalisti: al primo posto troviamo infatti a pari merito penne e spaghetti (scelti dal 70% del campione). In particolare le penne sono preferite dagli uomini e dagli under 55 (circa il 70% del campione), mentre per i Baby Boomers (55 – 64 anni) lo spaghetto è il più amato (77%). Le farfalle sono gradite soprattutto dalle donne (31%) e dagli under 55 (26%).

Parlando invece di ricette di pasta preferite, il 33% degli italiani mette sul gradino più alto del podio la carbonara. Al secondo posto si posiziona il ragù (25%), apprezzato specialmente al Sud e nelle Isole. Medaglia di bronzo per un grande classico come il sugo pomodoro e basilico, preferito dai Baby Boomers. L’amatriciana, il pesto e la cacio e pepe, fanno registrare un minor numero di preferenze, probabilmente per le connotazioni più regionali.