di Valentina Dirindin 31 Ottobre 2019
mario giordano

Il giornalista Mario Giordano sembra avere la soluzione alla diffusione di Halloween: la ricetta, è secondo lui, recuperare cose come la zuppa di ceci e il pan dei morti, altro che dolcetto o scherzetto. É ormai diventata celebre sul web la sua sfuriata grottesca e surreale a Fuori dal Coro, il programma in onda su Rete quattro, con la plateale distruzione delle zucche di Halloween sul palco.

Basta con queste tradizioni importate, urla in parole povere Giordano, riprendiamoci la nostra italianità. Basta con queste zucche intagliate, chi le ha mai viste le zucche dalle nostre parti? Torniamo a delizie locali come la zuppa di ceci e il pan dei morti, perbacco! Finché, in un’escalation di patriottismo, Giordano non tira fuori una mazza da baseball tricolore e distrugge tutto. Ma come? Difende l’italianità e poi ci casca proprio sull’oggetto contundente? Come può utilizzare per un gesto così patriottico un’americanissima mazza da baseball? Non sarebbe stato meglio un italico piede di porco, o una pistola Beretta, magari?

La sua è una sentitissima protesta contro una tradizione che non ci appartiene. Eppure, ci sentiamo di chiedergli: ma sei sicuro, caro Mario Giordano? Qui ti spieghiamo che “dolcetto o scherzetto”, in Italia, lo si faceva già ai tempi del Medioevo….