Read, Eat, Dream: RED! Apre oggi a Roma il nuovo format Feltrinelli

“Un prosciutto di Norcia, la pasta di Gragnano lavorata a mano da veri artigiani del grano, il tartufo di Alba nella sua esatta stagionalità”. Vincenzo Conticello, erede di un marchio a suo modo storico, l’Antica Focacceria S. Francesco aperta dal nonno di suo nonno nel 1834 di Palermo, parla del lavoro che sta svolgendo insieme […]

Red, Feltrinelli, interno, apre Red a Roma

“Un prosciutto di Norcia, la pasta di Gragnano lavorata a mano da veri artigiani del grano, il tartufo di Alba nella sua esatta stagionalità”. Vincenzo Conticello, erede di un marchio a suo modo storico, l’Antica Focacceria S. Francesco aperta dal nonno di suo nonno nel 1834 di Palermo, parla del lavoro che sta svolgendo insieme a RED, acronimo di Read, Eat, Dream (Leggi, Mangia, Sogna) la nuova avventura di Feltrinelli che unisce cultura e cibo.

Nel 2005, suo fratello Vincenzo Fabio venne invitato a pagare il pizzo; invece di cedere, denunciò gli estorsori che, arrestati, vennero da lui riconosciuti in aula e condannati.

Ma oggi giorno dell’apertura, orario previsto le 18, quel che preme a Conticello è raccontare la superficie di 650 mq che ospitava lo storico negozio Ricordi di via del Corso a Roma. I negozi RED prevedono un assortimento di circa 20 mila titoli, scelti con un occhio di riguardo per le piccole case editrici e un ristorante aperto fino alle 23, con circa 40 coperti e altri 70 nello spazio esterno, gestito dal giovane chef Massimiliano Sepe, piatti forti il riso alla carbonara o il tonno al contrario, un hamburger di tonno con il pane al posto del companatico.

Oltre al ristorante c’è uno spazio food dove comprare “le specialità di piccoli produttori, poco conosciuti, eppure in grado di esprimere una qualità elevatissima”.

Il nuovo RED, che verrà replicato a Parma e nel primo semestre del 2013 a Milano, Bologna e Firenze, sarà aperto dalle 8 alle 23 non stop.
[Gambero Rosso]

Potrebbe interessarti anche