di Fiorenzo Sartore 31 Maggio 2012

L’abbiamo aspettato, il futuro da fantascienza, nei lunghi pomeriggi passati davanti alla TV guardando Ufo o Spazio 1999. E adesso il futuro è qui. Ha la forma di Zipwhip Espresso Machine, la macchina che prepara il caffè ricevendo un breve messaggio di testo. E disegna sulla crema le ultime tre cifre del tuo cellulare, non sia mai che la cup of coffee, che ti aspetta al caldo, finisca preda del collega d’ufficio.

La software house di Seattle che ha creato Zipwhip ha messo in giro l’inevitabile video viralissimo dove il CEO, John Lauer, mostra il textpresso in funzione. Si intravedono – ciò è lodevole – schermate di invio multipiattaforma, Mac e Linux. Unico limite: gira solo con cellulari Android. Tutto meraviglioso fino al risultato finale, un preoccupante tazzone di caffè american way. Basterà collegarlo alla moka, e il debug è fatto.