di Prisca Sacchetti 25 Giugno 2012
foie gras, vietato california

Con una decisione a suo modo storica la California proibisce il foie gras. Non solo la produzione, il fegato d’oca, specialità francesce considerata una prelibatezza dai patiti di cucina, dovrà sparire ovunque, dai supermercati ai ristoranti, dalle mense alle tavole dei cittadini.

Per ottenere il foie gras le oche vengono ingozzate di mangime tramite un tubo conficcato in gola per un periodo che va dai 9 ai 21 giorni. Il procedimento, detto gavage, è doloroso per l’animale ed esiste un forte dibattito sulla liceità di questa pratica, ragione per cui la produzione di foie gras è illegale in numerosi paesi europei.

Ma ora l’ambientalista California rompe gli indugi e diventa il primo stato a vietarne il consumo. Dal 1° luglio chi verrà pizzicato con le mani nel paté dovrà pagare una multa da mille dollari.

E mentre i lussuosi ristoranti dello stato si sprecano gli menu a tema, il New York Times afferma che polli e maiali se la passano molto peggio, perché allora cominciare dalle oche?

[La Stampa, foto: Serious Eats]