di Cristina Erdas 8 Maggio 2013
Carlo Cracco

Carlo Cracco, che le partecipazioni prezzemoline nel mondo della televisione in salsa culinaria hanno reso ignominiosamente famoso, usa la sua popolarità e dona una ricetta per sensibilizzare il prossimo al problema della Sindrome di Down.

Tutto si svolge all’interno del progetto “Dammi più voce”, dove 50 ragazzi hanno chiesto ad altrettante celebrità di donare un video. Lo scopo ultimo? Dare più visibilità alle loro situazioni e ai progetti delle associazioni che vogliono garantire loro un futuro all’interno della società.

Andrea, 23 anni di Colazza, assunto come aiuto-cuoco part time alla casa di riposo «Taglietti» di Nebbiuno, grazie a un progetto che ha coinvolto i Servizi Sociali del Comune di Arona e l’Agbd, Associazione genitori bambini down, si è rivolto al suo idolo, lo chef Carlo Cracco. Che ha risposto dedicando ad Andrea la ricetta degli spaghetti ai cannolicchi di mare e pomodori verdi.

Cliccando su dammipiuvoce.coordown.it, gli altri video attraverso cui sono entrate in contatto 50 persone con sindrome di Down e 50 personaggi famosi.
[La Stampa]