di Prisca Sacchetti 23 Luglio 2012
eataly, roma, offerta, lavoro

“Come sta andando Eataly Roma? C’è gente, spende, i prezzi non sono eccessivi? E comunque, se Oscar Farinetti pensa che i romani si mettano in fila per fare la spesa da Eataly si sbaglia di grosso”. Curiosità, congetture, ipotesi e, a detta di tutti, una cospicua invasione di questa arcadia del cibo, esempio di contaminazione tra “open market” e megastore aperta il 24 giugno all’ex Air Teminal della stazione Ostiense.

E dunque, come sta andando?

Una risposta è arrivata venerdì scorso con l’inserto “Lavoro” del Corriere della Sera. Che in prima pagina faceva vedere questo annuncio:

“Eataly, quasi 80 persone per la gastronomia. L’agenzia per il lavoro … seleziona per Eataly a Roma Ostiense: camerieri da sala, cuochi, cassieri, baristi, adetti alla salumeria e alla pescheria, panificatori, un magazziniere di Gdo, e alcuni scaffalisti. Indispensabile una seppur breve esperienza e la disponibilità a lavorare 24/30 ore alla settimana, anche nei festivi”.

Argomento più convincente di 80 nuove assunzioni Farinetti non poteva usare.
[Corriere]