di Prisca Sacchetti 12 Settembre 2012
Caponata, melanzane, filippo la mantia, spazio

Luca Parmitano, catanese, astronauta dell’Agenzia spaziale europea, dice convinto che porterà la caponata siciliana nello spazio. Il copilota della navetta russa Soyuz, in partenza da Baikonour, Kazakhistan, il 29 maggio 2013 vuole con sé qualcosa della sua terra “a base di melanzane, una caponata sicuramente”. Sembra che l’agenzia spaziale abbia accordato il permesso dopo che il piatto è stato provato a Cape Canaveral.

La ricetta è di un altro siciliano, oggi in servizio al ristorante dell’hotel Majestic di Roma. Si tratta dello chef Filippo La Mantia, noto per avere eliminato aglio e cipolla dalla sua cucina.

A commento della notizia, da prendere con le molle malgrado sia apparsa nei siti di Repubblica e Corriere, La Mantia ha detto: “Dai test fatti dall’Agenzia spaziale, la mia caponata ‘modificata’ perché senza aglio né cipolla, è risultata leggera e digeribile”.
[Corriere del Mezzogiorno]