di Prisca Sacchetti 29 Ottobre 2012
prodotti, The People's Supermarket, Londra

Un supermercato di Londra, The People’s Supermarket, vuole ridurre al minimo gli scarti che produce prolungando la vita degli alimenti senza danneggiare l’ambiente. Quarta e ultima sfida, la più difficile: generare profitto.

Soluzione: cucinare gli “scarti” all’interno del super.

Non si getta un pomodoro solo perché è rimasto qualche giorno in più nel contenitore o non è proprio perfetto, come avveniva finora. Al contrario, lo si fa diventare un ingrediente dei piatti (sani) sfornati dalla People’s Kitchen, da acquistare al supermercato e consumare a casa. In questo modo, The People’s Supermarket ricicla circa 100 chili di prodotti alla settimana. Ogni prodotto proviene da coltivazioni bio rigorosamente del Regno Unito per dare lavoro ai coltivatori locali. Se alcune pietanze cucinate non sono consumate in giornata vengono date in beneficenza.
[Corriere.it]