di Prisca Sacchetti 12 Ottobre 2012
Mark Zuckerberg, eat what you kill, dieta

Il 27 maggio scorso Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook, ha terminato la dieta che si era autoimposto per motivi etici: mangiare solo carne di animali che lui stesso aveva ucciso e preparato per un anno.

Oggi il Corriere racconta che convinto da Jesse Cool, il proprietario del Flea Street Cafè di Menlo Park, vicino a San Francisco, Zuck si era messo ad ammazzare galline, aragoste e capre, prima di mangiarle. Abbattendo anche un bisonte, la cui testa campeggia oggi negli uffici di Facebook. E rivela un retroscena: un macellaio se lo è visto arrivare una volta sporco e affaticato al volante di una station wagon. Ha aperto il vano posteriore, dentro c’era un maiale (morto) che non riusciva a disossare.

Più che una stranezza da miliardario, in America “Eat what you kill” è considerato un po’ principio etico, un po’ una tendenza.
[Corriere.it]