di Prisca Sacchetti 25 Ottobre 2012
My food diary, taccuino

Ci sono gli smartphone, e va bene. Tuttavia, persone che parlano con aria sognante di “fascino della carta” se ne trovano ancora. A loro, in particolare se interessati al cibo, potrebbe piacere un taccuino per annotare ricette, ristoranti o abbinamenti. In versione rinnovata, però, e magari curata da uno chef stellato.

Per i buogustai, Mondadori ha pensato a My FOOD Diary, taccuino curato da un personaggio-simbolo del settore, in questo caso Davide Oldani, chef stellato del ristorante D’O a Cornaredo (Milano), che dà consigli, suggerisce ingredienti di stagione e spiega come accogliere gli ospiti nel modo migliore.

Ogni taccuino prevede 250 adesivi da staccare per categorizzare eventi, oggetti e luoghi di interesse.
[Grazia]