di Prisca Sacchetti 6 Settembre 2012
piadina, piadina days

Otto e nove settembre: scocca l’ora di Piadina Days, un fine-settimana di eventi, spettacoli, concerti e degustazioni del famoso “pane dei romagnoli” che coinvolge 27 Comuni nelle province di Forlì e Cesena e di Rimini.

La piadina è un semplice disco di pasta piatto da 25 cm di diametro preparato con acqua, farina, un pizzico di bicarbonato, sale, strutto o un goccio di latte. Si cuoce sulla lastra di ferro e come ogni cibo povero cambia ricetta di chiosco in chiosco. A Ravenna è più alta e ricca di strutto. A Cesena è più sottile e povera di grassi.

Si serve calda, tagliata a spicchi, farcita con un trito di erbe, con il prosciutto, il formaggio, ma anche Nutella, tartufo, salsiccia, creme ai funghi, anche se il consumo classico è con lo squaquerone, un formaggio molle sul genere dello stracchino.

Nei laboratori organizzati per i Piadina Days a Castrocaro si potrà imparare a tirare la sfoglia, mentre a Bertinoro sforneranno un’enorme piada destinata a entrare nel Guinness dei primati.
[LeiWeb]