di Prisca Sacchetti 11 Ottobre 2012
obama, pizza

Mentre Napoli manifesta contro “l’ennesima operazione politica che vuole denigrare il ruolo dei pizzaioli napoletani, non a caso si premiano pizzerie del Veneto da sempre territorio e base elettorale leghista”, e tutto perché nella guida ai ristoranti 2013 del Gambero Rosso la migliore pizzeria italiana si trova a Padova Verona, e nessuna delle altre tre a Napoli (avrà giudicato lo stagista di turno?), negli Stati Uniti la pizza diventa il tema principale delle elezioni presidenziali.

Almeno da quando la catena Pizza Hut ha offerto una vitalizio sotto forma di pizza gratis o a scelta, un assegno da 15.600 dollari, a chiunque abbia il coraggio di rivolgere questa domanda ai due candidati, Obama e Romney, durante il prossimo dibattito televisivo: “salsiccia o pepperoni – quale pizza preferisci?”

La trovata di Pizza Hut ha scatenato la discussione tra chi pensa che le elezioni siano una cosa seria, che non deve essere banalizzata, e chi si è semplicemente fatto due risate. Quelle che dovrebbero farsi a Napoli.
[Tempi]