di Federico Di Vita 23 Settembre 2020
da gherardo pizza Firenze

Quando sono arrivato a Firenze, ormai più di nove anni fa, l’offerta cittadina di pizzerie era desolante. In quest’ultima decade molto è cambiato ma non posso dimenticare quando a metà del 2012 aprì in uno stretto e caratteristico cunicolo di Borgo San Frediano, in Oltrarno, Da Gherardo. Una classica pizzeria napoletana che allora si presentava come un’oasi nel deserto.

La gioia si diffuse veloce tra gli abitanti del quartiere e poi della città e Gherardo divenne in breve il posto dove mangiare la pizza napoletana a Firenze. Da allora e – perché no – anche grazie all’esempio di Gherardo, la situazione è evoluta vertiginosamente, hanno aperto pizzerie contemporanee, pizzerie napoletane di qualità (che declinano i classici approcci partenopei in modi diversi, non mancano ruote di carro e canotti per capirci) e credo che il percorso potrà dirsi del tutto compiuto quando arriverà qualcuno in grado di offrire una buona pizza al taglio romana e – ma sì andiamo proprio all in – una romana scrocchierella, magari in versione contemporary.

Il locale

Pizzeria Da Gherardo a Firenze

Da Gherardo è rimasto quello di ormai otto anni fa, un posto piccolissimo, estremamente rustico in chiave campana, con tavoli in legno e marmo, lampadari medievaleggianti, affascinanti quanto sinistre decorazioni alle pareti – dal pesce ligneo che occhieggia da sopra la cassa a dei quadri più che weird – e soprattutto è rimasto quel posto piccolissimo, piuttosto scomodo, dove si mangia più che condividendo i tavoli quasi in braccio a degli sconosciuti. Tuttavia per anni è stato sempre pieno, fino a che l’arrivo della concorrenza non ha reso più accessibile mangiarci senza fare troppa fila. Prenotare qui è infatti sempre stato impossibile.

Il menu e i prezzi

Pizzeria Da Gherardo a FirenzePizzeria Da Gherardo a Firenze

Il menu, da sempre essenziale, propone dei semplicissimi antipasti “assoluti” (come prosciutto e melone o la bufala al piatto, dai 9 agli 11 euro; o qualche bruschetta, tradizionalissima, a 4 euro) e si distende puntando in realtà tutto sulle pizze (con uno schema diretto e minimale: 15 proposte fisse, in gran parte tradizionali, dai 6 euro della marinare ai 14 della vulcano; e 2 offerte del giorno a 13 euro).

In sala ancor oggi troverete abitanti di Firenze e qualche avveduto turista che ha scoperto chissà come l’indirizzo (Gherardo deve essere finito su qualche guida turistica). Si bevono un paio di birre artigianali del birrificio di Empoli La mi’ birra (di solito la bionda e l’ambrata) e vini non invecchiati alla mescita.

Le pizze

Pizzeria Da Gherardo a FirenzePizzeria Da Gherardo a Firenze

La pizza di Gherardo è una napoletana e non vuole essere altro che questo. Le bruciature a macchia di leopardo sul cornicione alto ma non troppo e la morbidezza dell’impasto (mai gommoso) rappresentano un’esecuzione esatta e sapiente di un classico, che parafrasando Italo Calvino, continua a dire quel che ha da dire. Sulla margherita il pomodoro è cosparso generosamente e il sapore rotondo riempie la bocca senza punte di acidità.

Il fiordilatte è cotto al punto giusto e se volessimo far sapere a un venusiano cosa mangiamo su questo pianeta azzurro e lucente faremmo bene a dargli una fetta di questa pizza. Più caotiche le versioni vegetariane, nella regina per esempio le melanzane e i pachino sembrano sparsi in modo casuale sul disco di pasta e forse la melanzana sovrasta troppo gli altri ortaggi; meglio virare sulle proposte con la nduja (da Gherardo da sempre ottima, tanto che ho preso il vizio di farmela aggiungere alla margherita; anche perché la Napoli, con alici e capperi, risulta immancabilmente troppo salata); oppure, se volete provare un azzardo da sempre presente in menu, potete ordinare la vulcano, coperta da un secondo disco di impasto che si gonfia e sfumacchia – ma che al tempo stesso creando una camera di condensazione all’interno della pizza tende a lessare un po’ i condimenti, mantenendoli troppo caldi.

Il servizio e il dolce

Pizzeria Da Gherardo a Firenze

Il servizio è affidato da sempre a uno staff simpatico quanto svagato, e benché negli anni i camerieri da Gherardo siano cambiati il gusto del gestore deve proprio essere questo, perché continua a selezionarne alcuni a volte un po’ distratti ma comunque rapidi e gentilissimi. L’unico dolce che qui abbia senso prendere sarebbe il babà, ma non lo trovo in menu da anni. C’è ancora invece un ruffianissimo calzoncino con ricotta e nutella (o marmellata), il cui impasto è buono – è lo stesso della pizza – ma che complessivamente mi è sempre sembrata una chiusura troppo scontata.

L’opinione

Da Gherardo pizzeria Firenze

A otto anni dall’apertura da Gherardo probabilmente non è più la migliore pizzeria di Firenze, neanche restringendo il cerchio alle sole napoletane ma, come si dice, tiene botta. L’ambiente è piacevole, il servizio rapido e vedo che il mio amico venusiano sbocconcella soddisfatto già la terza fetta di margherita.

Informazioni

da Gherardo

Numero di telefono: 055 2052888
Indirizzo: Borgo San Frediano, 57/R
Orari di apertura: tutte le sere, dalle il primo alle 19:00 alle 23:00
Sito Web: www.facebook.com/Da-Gherardo-Pizzeria-San-Frediano
Tipo di pizza: napoletana
Servizio: stralunato
Ambiente: fané

Voto: 3,75/5