di Valentina Dirindin 3 Agosto 2019
giropizza

Mettiamo da parte le nostre velleità gourmettare con questa recensione di Tropi&Co Pizza Club, “giropizza” di successo con 430 coperti, che abbiamo appena provato a Torino. Una full immersion nella realtà. 

Ci sono posti dove un vero gourmet non metterebbe mai piede. Di solito, sono gli stessi posti che invece piacciono a chi tiene famiglia. Non è una questione economica, ma di tipologia di ristorazione: quando si hanno figli (ad esempio) si ha bisogno di cenare in posti con spazi più grandi, dall’atmosfera più friendly, dove le eventuali urla dei bambini (sì, sarò una cattiva madre, ma i miei figli non ne vogliono sapere di mangiare composti) siano coperte dalla caciara tutt’intorno. I ristoranti stellati non sono esattamente posto da famiglie con bambini, né da tavolate in vena di far festa, e probabilmente è giusto così.

Ma questo fa sì che inevitabilmente, almeno una volta nella vita, anche il gourmet più irriducibile di tutti, nel caso sia con bambini (o amici festaioli) al seguito, capiti in un locale come il giro pizza.

Chiudete la mandibola che vi abbiamo spalancato, amici Dissaporiani, e lasciateci spiegare perché abbiamo osato nominare il giro pizza. Vi facciamo una sola domanda: voi quanti ristoranti conoscete con 430 coperti e una seria difficoltà a trovare un posto libero per i clienti dell’ultimo minuto, specialmente durante i weekend? Noi non tantissimi. Uno di questi è Tropi&co, un vero mostro del giro pizza. Tre locali (Milano, Torino e Brescia) e un modo un po’ diverso di intendere la formula del giro pizza, che siamo andati a vedere da vicino, in quel di Torino.

La formula e i prezzi di Tropi&Co

Tropi&Co a Torino

Intanto, confermiamo che non è facile trovare posto. Non si possono fare prenotazioni per meno di sei persone, e ci sono giorni in cui è davvero impossibile avere un tavolo. Come il giovedì, quando nel menu “pizza a volontà” è compreso un litro di birra Poretti. Il tutto a 13 euro a testa. Che poi, è il prezzo che si paga anche in tutti gli altri giorni per il giro pizza (comprensivo di una bevanda). Ah, e i bambini sotto i 5 anni spendono per il giro pizza 7 euro a testa. Ah, e si possono chiedere le pizze per celiaci.

Se la prima consumazione è compresa nel menu, la seconda consumazione varia a seconda di quel che si ordina: birra industriale “base” o “premium” dai 2,50 ai 4 euro.

Il giovedì (serata in cui capitiamo noi) c’è poi la serata degli impasti speciali, con pizze ai cereali, al farro, integrale, alla soia.

Quel che ricordavo del giro pizza, dalle reminiscenze d’adolescenza, era un posto dove una pizza dai gusti standard veniva alternata a dieci pizze dagli ingredienti e dagli accostamenti immangiabili, nella speranza di farti dire basta prendendoti per sfinimento. E un servizio che tendeva a mandarti via il prima possibile, in un’ambiente che non poteva che farmi tornare alla mente Homer Simpson in tribunale, che accusava l’all you can eat che aveva osato cacciarlo, gridando “C’ERA SCRITTO TUTTO A VOLONTÀ!!”.

Da Tropi&Co il sistema è un po’ diverso dal solito: non ti viene servita al tavolo un’intera pizza, ma intorno ai tavoli gironzolano i camerieri, con delle pizze formato maxi già tagliate a spicchi, e tu prendi una fetta di quella che preferisci. Sul tavolo hai una palettina per segnalare lo “stop” quando sei sazio, ma non prima che ti abbiano chiesto, a fine serata, se c’è qualche gusto speciale che vorresti ancora provare (e nel caso te lo preparano).

L’ambiente di Tropi&Co a Torino

Tropi&Co a TorinoTropi&Co a Torino

Il locale è (ovviamente) enorme. Periferico, non troppo appariscente, moderno e un po’ freddo nell’arredamento. Movimentatissimo, con camerieri (generalmente piuttosto gentili) che corrono avanti e indietro servendo fette di pizza. Televisori alle pareti fissi sul canale sportivo e un’inquietante musichetta che parte all’improvviso, ogni tanto, mentre mangi: segnala che a qualche tavolo è arrivata la torta di compleanno. Perché sì, il giro pizza è cosa da tavolate festanti.

Le pizze di Tropi&Co

Le materie prime

Si può parlare di materie prime in un posto che fa pizza per 430 persone? Evidentemente sì. Tropi&Co produce da solo i suoi impasti in un laboratorio artigianale a Brescia. Di più non siamo riusciti a scoprire, ma dobbiamo ammettere che il risultato (tenuto conto anche della serata che permetteva di provare diversi impasti) è stato superiore alle aspettative. Aspettative basse, beninteso.

La proposta

Ma veniamo alle pizze. Sottili, abbondantemente condite, generalmente unte più di quanto vorremmo. Nel complesso, però, dignitose. L’impasto, in alcuni casi, ha una cottura sbagliata (a volte è troppo cotto, altre troppo poco), ma l’effetto generale è quello di una pizza piuttosto godibile e (considerate le quantità che spesso vanno verso l’esagerazione, e il condimento generoso) abbastanza digeribile.

Tropi&Co a TorinoTropi&Co a TorinoTropi&Co a Torino
Ci passano davanti tante, tantissime pizze. Alcune stranissime, altre più classiche.
Partiamo con “crema di tartufo, uova e grana”: passiamo.
Proseguiamo con la margherita, che è il primo trancio a cui diciamo di sì.
“Ricotta e coppa alla birra”: perché no.
“Cipolla caramellata, bufala e capperi”: temiamo troppo l’effetto cipolla, quindi è un no.
“’nduja e olive nere”: temiamo la cipolla, ma mai e poi mai la ‘nduja: ok.
“Gamberoni, carciofini e gorgonzola”: d’altronde siamo qui per sperimentare e metterci alla prova…
“Mortadella e crema di pistacchi”: la più buona di tutte quelle assaggiate.
Poi ci prendiamo una pausa, e ci facciamo passare davanti pizze come: “mozzarella di bufala affumicata, patate e pomodoro fresco”, “lardo, stracchino e miele”, “pancetta e patate”, “pere, gorgonzola, scaglie di grana”. Ripartiamo con il salamino piccante, con la bufalina e, quando stiamo per cedere, ci viene chiesto quale pizza a scelta vorremmo prima della chiusura.

Chiediamo una quattro formaggi e ce ne andiamo dopo aver mangiato, in tutto, otto/nove spicchi di pizza, bevuto due birre medie, preso due caffè e speso 35 euro in due.

Informazioni

Pizzeria Tropi&Co

Indirizzo: Corso Traiano, 121/123, Torino | Viale Ortles, 31, Milano | Via Foro Boario, 16 B, Brescia
Numero di telefono: Torino 347.7829381 | Milano 345 144 76 25 | Brescia 030 230 64 78
Orari di apertura: Lunedì-giovedì 19-24, venerdì e sabato 19-01, domenica 12-15 e 19-24
Sito Web: tropi-co.com
Tipo di cucina: Pizza. Anzi, giro-pizza
Ambiente: Post industriale, post apocalittico, post parto.
Servizio: Veloce e gentile

Voto: 2.9/5