di Prisca Sacchetti 11 Novembre 2011

Signori della Corte, se proprio si vuole dare una colpa all’imputato, forse avrebbe dovuto dire al pizzaiolo di scaldare un pezzo di prosciutto e funghi in più, invitando al suo desco pure il passeggero. Il quale avrebbe integrato volentieri il prezzo della corsa con un supplemento per la doppia mozzarella.

La sua, in fondo, è stata una forma di timidezza. Pertanto chiedo che gli venga applicato il lodo Albano. Non il cantante, ma il pizzaiolo per gastrofan di Chicago.

[Crediti | Testo liberamente adattato da “Aggiungi un bus a tavola” di Massimo Gramellini, scritto nel 2009 per un episodio analogo. Link, immagine e video: Corriere.it]