Domenica scorsa si è chiusa l’edizione 2012 di Cioccolatò, evento che per 10 giorni ha radunato a Torino i monomaniaci nostrani. Ed è stata socializzazione a suon di barrette e calorie. Oltre al vero atout, i più voluttuosi cioccolatieri, quelli con cui ci piacerebbe tanto intrattenere relazioni stabili. Per festeggiare Cioccolatò abbiano riunito 18 inusuali gusti di cioccolato da provare almeno una volta nella vita. Se non l’avete già fatto. Hem, l’avete già fatto?

1. CREMINO AL SALE

Guido Gobino.

 

2. CIOCCOLATO BONAJUTO SALINAE, CON SALE DI MOZIA

Antica Dolceria Bonajuto.

3. CIOCCOLATINI DI PARMIGIANO REGGIANO

Dalter.

4. CIOCCOLATINI AL PIACENTINU DI ENNA

Giraudi, cioccolateria artigianale.

5. CREMINI RIPIENI ALLA PAPRIKA

Guido Castagna.

6. CIOCCOLATO BIANCO PEPERONCINO E VANIGLIA BOURBON

Stainer

7. CIOCCOLATO AL CARDAMOMO

Cioccolato artigianale De Bondt.

8. GANACHE AL CIOCCOLATO BIANCO, LENONGRASS LEMONGRASS E PEPE

L.A. Burdick.

9. CIOCCOLATO ALLA MENTA

Stainer.

10. CIOCCOLATO FONDENTE CON FRAGOLE, CILIEGE E LAMPONI

Amedei.

11. TORTA PISTOCCHI MONOPORZIONE ALLE PERE

Torta Pistocchi.

12. SCORZA D’ARANCIA CANDITA RICOPERTA DI CIOCCOLATO

Venchi.

13. CIOCCOLATO FONDENTE ALLA ROSA

Cioccolato artigianale De Bondt.

14. CIOCCOLATO ALLA LIQUIRIZIA

Domori.

15. CIOCCOLATO BIANCO CON MANDORLE SALATE

Venchi.

16. BARRETTA DI CIOCCOLATO AL BACON

Vosges.

17. CIOCCOLATINI ALLO CHAMPAGNE

The Chocolate.

18. BARRETTA DI CIOCCOLATO ALLA BIRRA ROSSA BIRRA STOUT DI ROUGE E CARAMELLO AFFUMICATO

Vosges.

commenti (69)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar giovanni ha detto:

    Perche guardare la foto del cioccolato alla pancetta mi provoca, strani, e brutti movimenti intestinali ? Sono strano ? Poco propenso alle novita ? Antico ? oddio ……..

  2. Avatar giovanni ha detto:

    Perchè ? mi sono perso il cioccolato alla fava di Tonka ?
    Mi sembra di ricordare una vecchia pubblicita … le spacciavano per dimagranti ?

    1. Avatar IRENE STEIN ha detto:

      .. è usata anche nelle creme per il corpo e in alcune profumazioni.
      io l’ho provata per la prima volta Da Vittorio a Brusaporto ma non ricordo su cosa..e poi qui da me a Milano, i cioccolatini li puoi trovare da Ernst Knam.. provare per credere..

    2. Avatar Stefano ha detto:

      Erano le Fave di Fuca. Tutt’altro genere..

    3. Avatar IRENE STEIN ha detto:

      ahahahha, è vero! infatti non capivo… 🙂

    4. Avatar Susanna ha detto:

      Erano le fave di fuca !!!! Ah ah ah non di Tonka

  3. Avatar alessia ha detto:

    la pralina al lapsang soughong di zuccarello (collegno-TO)

    1. Avatar alessia ha detto:

      mi correggo: lapsang souchong

  4. Avatar esp ha detto:

    Le scorzette d’ arancia candite al cioccolato cos’ hanno di inusuale? Io direi che sono un classico (almeno a Genova)

  5. Avatar Francesco ha detto:

    Il cioccolato alla liquirizio di Domori è più che immangiabile.

    1. beh Gobino non è serio? se metti Gobino devi mettere Corallo… se non Chapon e Cluizel…

    2. Avatar gianluca ha detto:

      ma quando parliamo di quelli seri davvero? 🙂

    3. se Chapon e Cluizel non sono seri al pari di quelli che tu reputi seri (Domori e Amedei, e condivido per carità)… non so che aggiungere se non gli artigiani puri quali il Maestro sommo Biasetto!

    4. Avatar gianluca ha detto:

      no scusa, chapon e cluizel sono fuori concorso, parlavo di produttori italiani.
      mai assaggiato biasetto. sciuramente provvederò ! 😉

    5. Avatar apalmero ha detto:

      …mo’ adesso Corallo non e’ serio? Basterebbe visitare le sue piantagioni a Sao Tome’ (fatto!) Gianluca, Gianluca… ma com’è che non siamo mai d’accordo? 😉

    6. Avatar gianluca ha detto:

      ahah ma no, è ovviamente serio, e anche uno dei migliori italiani in assoluto.
      credo che questi commenti vadano presi un pò con ironia e non come delle leggi divine. ognuno di noi ha le sue preferenze e ognuno per “serio” intende semplicemente quello che piace di più a lui, tutto qui.
      spero di aver chiarito meglio 😉

    7. Avatar gianluca ha detto:

      claudio corallo ho assaggiato la sua tavoletta “80% sablè”.
      a parte il costo di 4,60euro per 50gr., la considero una delle più schifose tavolette mai mangiate in vita mia !! de gustibus.
      poi magari altri gusti mi piacciono, non so.

    8. Premesso che il cioccolato di Claudio Corallo è “difficile” e selvaggio, quindi non per tutti i palati (non è fra i miei preferiti, ma ne riconosco qualità e originalità assolutamente fuori dal coro), mi sembra che usare la frase “una delle più schifose tavolette mai mangiate in vita mia” sia a dir poco un commento di profilo molto, molto, basso…

      Non mi piace ci stà, fa schifo mi pare davvero una mancanza di rispetto. De gustibus… dici bene…

    9. Avatar gianluca ha detto:

      schifo significa semplicemente disgusto ed è quella la sensazione che ho provato mangiando quella tavoletta,

      le griffe del cioccolato non sono dei da venerare, se un prodotto mi disgusta mi sento libero di scriverlo senza pensare di mancare di rispetto a nessuno.

      convengo sul fatto che sia un prodotto ricercato ed assolutamente fuori dal coro, ma in questo caso è talmente particolare e aromatico che a me ha provocato solo disgusto.

      per quale motivo il mio disgusto sarebbe un commento “a dir poco di profilo molto, molto basso”?
      non mi interessano i convenevoli, mi interessa riportare l’esperienza reale, che per me è stata esattamente quella.

    10. Vedi gianluca, dietro ad ogni oggetto c’è il lavoro di una o più persone, sia che si parli di scarpe sia che si parli di cioccolato.

      “Non mi piace” è un termine accettabilissimo, dire che fa schifo (disgusto cambia poco) è una mancanza di rispetto bella e buona, girala come vuoi. Anche perchè fra i due termini ce ne sarebbero di espressioni utilizzabili per far capire il tuo feeling senza offendere nessuno…

      Dubito che Corallo si senta una “griffe” la sua produzione è piccola e la vende quasi tutta all’estero proprio perchè oltre ad un gusto particolare ha anche un costo significativo che in Italia pochi sono disposti a spendere.

      Se però sei convinto che “se” non piace a te allora fa schifo… cosa ti posso dire?

      Dubito che la produca per suscitare schifo, come dubito che tutti quelli che l’acquistano la pensino come te, a riprova che è soggettivo e forse merita un minimo di maggior rispetto.

    11. Avatar gianluca ha detto:

      non ho detto che se non piace a me allora fa schifo, ho detto che a me ha fatto schifo.
      è ovvio che sia soggettivo.

      mancanza di rispetto? è soggettivo. io intanto ho buttato via 4,60 euro. quella è beneficenza volontaria immagino…..

      se ti invitano a cena e dici “questo piatto mi fa schifo” allora è mancanza di rispetto, se paghi tu, e in questo caso profumatamente, hai tutto il diritto di dire che una cosa ti fa schifo.

      qualità e ricercatezza di corallo non le ho mai messe in discussione, solo che a me quel tipo di cacao non piace proprio.
      è un mio gusto, discutibilissimo. stop.

    12. No guarda se non ti piace il Sablé, lascia stare gli altri gusti…
      A me personalmente il sablé piace non poco, anche se lo trovo sopravvalutato.
      Invece il suo gengibre e quello all’arancia proprio negativi…

    13. Avatar gumbo chicken ha detto:

      Ma il sablé assomiglia al cioccolato modicano? (tanto per farmi un’idea della consistenza).

      In ogni caso non ho capito cosa distingue “quelli seri”? L’introvabilità dei loro prodotti? 😀

    14. Avatar gianluca ha detto:

      per quanto riguarda la consistenza vagamente è simile ma il modicano è più grezzo e granuloso, corallo usa la “chiccheria” dei cristalli di zucchero, che sono assolutamente piacevoli.
      ma per il sapore invece sono proprio diversi.

      quelli seri non sono quelli introvabili, sono quelli più buoni 🙂

    15. Avatar jade ha detto:

      chiccheria? Domori metteva cristalli nel Gem secoli fa. dove sta la novità?

    16. Avatar gianluca ha detto:

      non ho detto novità, ho detto appunto chicceria.
      cioè qualcosa di non comune agli altri, ma ciò non significa che sia nuovo. la kelly di hermes è una chicceria anche se è del 1930, tanto per dire 🙂

    17. Si, infatti… me lo domandavo pure io…

      Escluso me stesso (che non sono nessuno rispetto alla maggioranza di quelli citati) ci sono almeno 7 nomi di eccellenze nel mondo del cioccolato italiano.

      Alcuni potranno non piacere, altri resteranno antipatici… ma dire che Castagna o Gobino non sono “quelli seri”… mah
      Ma anche De Bondt, Giraudi, Bonajuto, Amedei, Domori… ri-mah…

    18. Avatar gianluca ha detto:

      ALT, mi era sfuggito castagna. ecco lui è uno di quelli seri secondo me 🙂 ma pure domori e amedei, un pò meno gobino e giraudi.
      tutto soggettivo, ovviamente.

    19. Corallo moooolto difficile, al limite della piacevolezza. Effettivamente coem consistenza ricorda il modicano, che , per me ,però risulta molto più intrigante e “degustabile”

    1. Avatar Federica ha detto:

      ci sono i macarons al fois gras…..

    2. Avatar Gianfranco ha detto:

      Ti assicuro che non sono niente male, anche se l’accoppiamento può risultare strano, ti consiglio quello di Hermè che io compro alle Galeries Lafayette qui a Strasburgo.

    3. Avatar Federica ha detto:

      infatti io volevo metterla sul positivo… anche se purtroppo macarons in italia pochi…. o meglio se qualcuno sa dove posso trovarne in Firenze e zone limitrofe ringrazio!!!!!

    4. Andrea Bianchini nella sua Bottega del Cioccolato ogni tanto li fa.
      E pur che a me non piacciano come tipologia di dolce i suoi son davvero notevoli.

    5. Avatar Mimma71 ha detto:

      A me non sono piaciuti un gran che … ma non faccio testo perche’ i macarons non mi ispirano…. invece la tortina Pistocchi…. SLURP!!!!! 🙂 Te la consiglio vivamente 🙂

  6. Avatar schatten ha detto:

    Magari la ganche n.8 avra’ tra i suoi ingredienti LEMONGRASS, con la M. O si tratta di una nuova spezia?

    1. Avatar Matteo ha detto:

      Magari la GANACHE al n. 8 avrà tra i suoi ingredienti il lemongrass. O si tratta di un dolce nuovo? Insomma, se vuoi fare il pignolo, almeno sincerati di farlo bene.

      Mi avete convinto, domani vado a far spesa da Venchi.

  7. Avatar schatten ha detto:

    E va be’, mi e’ sfuggita la A di ganache. La lemongrass invece e’ una pianta, quindi classificabile come spezia (pepe, zenzero, cannella… hai presente)?
    Abbiate pieta’, ho avuto una giornata difficile.