di Prisca Sacchetti 15 Marzo 2010

L'elefante scuoiato nel Gonarezhou Park, in Zimbabwe
Lo hanno scuoiato, fatto a pezzi e spolpato. Non c’è stato bisogno di ucciderlo. L’elefante era morto nella savana dello Zimbabwe, vicino a un villaggio che in un amen si è radunato intorno al pasto casuale. Avevano machete, asce e coltelli ricavati da barattoli di latta. E avevano fame, molta fame. In un’ora e 47 minuti hanno ripulito la carcassa, poi non è rimasto più niente, nemmeno le ossa, tornate buone per fare il brodo.

Nello Zimbabwe, paese colpito da una siccità senza tregua e governato dal padre-padrone Robert Mugabe, la situazione è critica per 2,17 milioni di persone, colpite dalla fame. Davanti a queste foto qualcuno potrà inorridire, e mi aspetto le proteste degli animalisti. Io, mentre le guardavo, pensavo alle parole dell’antropologo lette ieri sul Corriere della Sera. “Non ci troviamo di fronte a degli uomini primitivi, è più selvaggio quando ci mettiamo seduti intorno a un tavolo di una cascina della Pianura padana e scuoiamo un maiale senza buttare via niente.

Un elefante giace senza vita nella savana del Gonarezhou National Park in Zimbabwe

1) Un elefante di 70 anni e 6 tonnellate giace senza vita nella savana del Gonarezhou National Park in Zimbabwe.

Dopo un quarto d'ora arrivano gli abitanti del villaggio più vicino

2) Dopo un quarto d’ora arrivano gli abitanti del villaggio più vicino.

Gli abitanti del villaggio cominciano a scuoiare l'elefante con machete, asce, e coltelli

3) Gli abitanti del villaggio cominciano a scuoiare l’elefante con machete, asce, e coltelli.

Gli uomini sulla carcassa dell'elefante, le donne un passo indietro, i bambini assiepati da un lato

4) Gli uomini sono sulla carcassa dell’elefante, le donne stanno un passo indietro, i bambini guardano assiepati da un lato.

Niente dell'elefante va sprecato, pelle, tronco e orecchie, si mangia tutto

5) Niente dell’elefante va sprecato, pelle, tronco e orecchie, si mangia tutto.

C'è eccitazione: il villaggio con questa insperata manna può far festa per due settimane

6) C’è eccitazione tra gli abitanti del villaggio. Con questa insperata manna possono mangiare tutti i giorni per due settimane.

In un'ora e 47 minuti dell'elefante rimane solo lo scheletro

7) In un’ora e 47 minuti dell’elefante rimane solo lo scheletro.

Uno degli abitanti del villaggio, e a destra, il posto dove è morto l'elefante, completamente ripulito a 24 oer di distanza

8) Uno degli abitanti del villaggio, e a destra, il posto dove è morto l’elefante, completamente ripulito a 24 ore di distanza. La carne non è stata mangiata subito, ma portata nelle capanne per essere essiccata e mangiata più avanti.

[Fonti: Daily Mail, Corriere della Sera. Immagini: David Chancellor]