di Fiorenzo Sartore 2 Giugno 2009

idealBello, eh, il finesettimana lungo; tutti a godere delle meraviglie turistiche dell’amato belpaese. La parola che preferisco, a riassumere il numero delle nostre attitudini ricettive, è accoglienza: ogni operatore anche solo vagamente connesso al turismo ne celebra i riti, perpetuando questa serissima voce dell’italico prodotto interno lordo.
E’ un’arte che si impara; per questo abbiamo quel gran numero di scuole rivolte al settore turistico; ne prendiamo una a caso, l’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali, Turistici e Grafico-Pubblicitari “Francesco Saverio Nitti” di Portici, Napoli. Ammiriamo il sito, con profluvio di animazioni e flash; ma soprattutto, soffermiamoci sulle gallerie fotografiche, che riprendono premiazioni a concorsi mirabolanti: “Mai più sconosciute”, oppure “Ideal boys”. Qui si forgiano i destini dei prossimi operatori dell’accoglienza.
Come mai parliamo di questa scuola? Beh, la prima della classe è Noemi Letizia.
[Via Rectoverso]