di Prisca Sacchetti 27 Maggio 2010

Siete tra quelli che odiano le verdure per colpa dei vegetariani? Vi capisco. Oddio, neanch’io amo particolarmente la carne, ma in questo momento e con la giusta salsa un vegetariano lo morderei volentieri sul cranio. Il motivo della mia sconsiderata fame? Capitemi, ho appena scoperto che questi signori obbligano anche i loro animali domestici a una dieta priva di proteine! Insomma, se sei vegetariano niente bistecca per Fido e zero sorci per Fuffi. Zero. Se hanno fame sono obbligati a sbranare i croccantini al sapor di melanzane e scarola, povere bestie.

Che poi senza certi specifici nutrienti (taurina) i gatti sono condannati alla cecità come un qualunque onanista, per cui tiè, con la melanzana ti becchi pure l’integratore. Voi pensate che sia difficile trovare cibo vegan per gli animali? Macchè, in giro ci sono tre o quattro aziende ben attrezzate (e certificate, ovvio) e pare che anche la Nestlè voglia entrare nel business. Come dite? La dieta vegetariana per cani e gatti è una pratica contronatura? Probabilmente si, ma attenti a parlare di naturale, specie se siete tra quelli che ingozzano Fuffi di scatolette e croccantini: provate a dare una sbirciatina agli ingredienti del cibo per gli animali e vi verranno i brividi.

Gli unici che la sfangano sono i canarini che becchettano il miglio, mentre per gatti e cani il menù comprende circa 4000 additivi e composti chimici severamente vietati per l’uomo. Non ci credete? Eppure è il meno che possa accadere. Il resto sono scarti animali, in pratica tutto ciò che si può grattare dai pavimenti del macello, o derivati di origine vegetale come il carbone. Vuoi mettere quanto è più naturale un bel sorcio a Km zero! A proposito: tra i motivi che condannano cani e gatti alla dieta forzata non manca l’immancabile carbon footprint perchè si sa, produrre carne inquina il pianeta e così anche Fuffi deve diventare ecosostenibile.

Mi chiedo: ma non è meglio un bel sorcio a chilometri zero piuttosto che questa lenta tortura a base di carote lesse a vita? Riuscite a immaginare la delusione del povero commisario Rex che a missione conclusa, deve sbranarsi cicoria e patate invece della solita michetta & mortazza? Ora mi manca solo Tom che invece di inseguire Jerry corteggia una banana e siamo a posto. Ma temo sia solo questione di giorni, credetemi.

Foto: Guardian