di Prisca Sacchetti 30 Marzo 2010

Roma. Verbale dell’appuntato Vito Laricchia. Ieri sera, incirca alle ore 21,00, il sottoscritto e l’appuntato Strisciuglio venivamo avvisati dalla centrale di gravi disordini in corso presso il ristorante La Fiorentina in Via Andrea Doria, 22. Accorsi prestamente sul luogo, i sottoscritti sedavano una rissa in corso tra il Fuksas Massimiliano, dichiaratosi in seguito archi…star ?^)=%/… architetto, e il Bertolaso Guido, volto noto alle forze dell’ordine per una relazione con certe massaggiatrici. Dalle testimonianze raccolte pare che il Fuksas abbia proferito le parole “Dove deve sedere quel pezzo di m…” (metto i puntini per decenza e ossequio verso Vossignoria) all’indirizzo del Bertolaso appena entrato nel ristorante per cenare.

A queste parole, uno sconosciuto avventore, successivamente datosi alla fuga, ha reagito scagliandosi contro il Fuksas e riempiendolo di male parole. Il Fuksas rispondeva di suo imbracciando una formaggiera carica e scagliandola contro il Bertolaso, prontamente rifugiatosi sotto un tavolo del ristorante. Il colpo è fortunatamente andava a vuoto, come abbiamo potuto verificare.

Dai primi accertamenti effettuati dal sottoscritto appuntato, pare che il Fuksas, noto negli ambienti di sinistra come una testa calda, non abbia gradito la vicinanza del Bertolaso.  I motivi sono oscuri, ma voci raccolte tra i testimoni parlano di una vecchia ruggine tra i due, a causa di liti condominiali. Oltre alla formaggiera sarebbero volate anche n. 2 pizze, delle quali però non abbiamo trovato traccia nè sul pavimento, nè sulle facce dei presenti. A meno di non voler interpretare l’espressione “pizza” alla romana, sul tipo di “mo’ te do ‘na pizza m’occa”. I sottoscritti, procedevano all’identificazione dei presenti e, ove non riscontrando feriti o cadaveri, trasmettono a Vossignoria il verbale per gli obblighi di legge.

In fede, Il Maresciallo Vito Laricchia

[Fonti: Corriere, La Fiorentina, immagine: Lagostina]