Salsiccia affumicata: la ricetta perfetta

Il rito d’iniziazione al barbecue? Per molti di noi, nerd o semplici appassionati, è passato per la salsiccia affumicata, preparazione esplorata ieri da ogni punto di vista possibile.

[Salsiccia affumicata: la rivincita dei nerd]

Nell’episodio di oggi della serie “La rivincita dei nerd” condividiamo su Dissapore la ricetta completa.

[La rivincita dei nerd: la serie]

Intanto mettete in frigo una birra di quelle buone: ci sarà da divertirsi.

Salsiccia affumicata

Ingredienti per 10 salsicce:

Per le salsicce:

– 1 kg di carne di maiale, diviso tra 800g di magro (spalla) e 200 di grasso;
– 1 cucchiaio di sale fino;
– 2 cucchiaini di pepe nero macinato;
– 1 cucchiaino di semi di finocchio;
– 1/2 cucchiaino di aglio in polvere;
– 1/2 cucchiaino di cipolla in polvere;
– Budello ritorto di maiale.

Per la cottura:

– Legno di quercia e di ciliegio;
– 1 lt. di birra chiara.

Preparazione:

Tritate la carne e mescolatela al resto degli ingredienti, per poi insaccarla nel budello.

Dividete il filone in 10 parti uguali, che peseranno all’incirca 100 grammi l’uno; legatele conferendo la classica forma a banana, in modo che conservino la forma durante la cottura.

Tra una salsiccia e l’altra prevedete una zona vuota di budello; una volta diviso il tutto in parti uguali, giratele sull’asse alternandone il verso, e procedete con la legatura.

Stabilizzate il vostro dispositivo alla temperatura desiderata, e posizionate in corrispondenza del braciere i tronchetti (chunks) di legno, in modo da avviare la combustione incompleta e generare il fumo aromatico.

Come spiegavo ieri, a 110-120 °C avrete carni più morbide, succose e un budello abbastanza raggrinzito, mentre a 180-200 °C l’interno sarà compatto e la cauterizzazione più evidente.

Posizionate le salsicce in cottura, chiudete il coperchio e attendete di raggiungere la temperatura desiderata, 75 °C per una salsiccia più morbida, 85 per una più compatta.

Scaldate la birra in una pirofila, e immergete le salsicce una volta pronte, lasciandole riposare dai 30 ai 120 minuti.

Servitele nel pane tostato con un’insalata di cavolo e la maionese allo yogurt, che pulisce il palato richiamando il morso successivo.

Non dimenticate la birra messa in frigo, magari la stessa che usate per il rest, in modo da richiamarne il sapore.

Enjoy your meal!

[ Crediti: Gianfranco Lo Cascio ]

Alessandro Trezzi

9 Dicembre 2018

commenti (1)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Alefood ha detto:

    Un po’ meno anglofili non em possibile? Trunks, rest, …

«