Elogio del caffè freddo: 8 mini ricette per l’estate

Caffè: 8 ricette facili e veloci per gustarlo freddo in estate, quando le temperature salgono

Qual è il nome della prima cosa che fate al mattino? Non è forse… caffè? Una tazzina e tutto sembra meglio. La vita è bella dopotutto (specie per chi di voi è ancora in vacanza).

Peccato che poi succeda questa cosa: il caffè, ovvero il primo motivo per cui ci siamo alzati tutto l’inverno, in estate sembra troppo caldo, abbiamo sempre voglia di raffreddarlo. Allora?

Allora dobbiamo sapere come bere il caffè quando le temperature salgono, cosa separa il bene dal male quando parliamo di caffè freddo o shakerato, frappé o grattachecca, gelato o spumone.

[Il caffè freddo fatto in casa è il rito collettivo dell’estate]

[Perché dovrei smettere di bere il caffè della moka? Il Buonappetito]

[Paese che vai caffè che trovi: 23 modi diversi di farlo nel mondo]

Ecco otto mini ricette per dimostrarvi che le soluzioni esistono, e ce ne sono molte altre (a proposito, le conoscete?).

Caffè freddo:

Sembra una cosa da nulla invece ha un suo rito. Versate il caffè tiepido in una bottiglia di plastica e riponetela in freezer. Dopo un paio d’ore agitatela.

Caffè in ghiaccio

La declinazione salentina dell’espresso si può fare anche al mattino, gli occhi ancora semichiusi dopo una nottata afosa. Moka bella carica, appena il caffè sale versatelo in una tazzina e zuccheratelo leggermente.

Volendo, potete aggiungere qualche goccia di latte, di mucca o di mandorle. Ancora bollente, versate il caffè in un bicchiere con 4-5 cubetti di ghiaccio, date una rapida mescolata e bevetelo prima che i cubetti si sciolgano annacquandolo.

Caffè shakerato

Mettete nella vaschetta di un frullatore/tritatutto 2 tazzine di caffè, 3 cucchiaini di zucchero e altrettanti cubetti di ghiaccio. Montate tutto per due minuti.

Frappè al caffè

Unite 20 cl. di latte a due palline di gelato al caffè in un contenitore. Poi, dopo aver insaporito con qualche goccia di bevanda della moka, mettete tutto nel frullatore per due minuti.

Caffè del nonno

Mettete in un’ampolla 170 ml. di panna liquida da pasticceria, 30 grammi di zucchero a velo e 2/3 tazzine di caffè. Frullate con un frustino elettrico fino a ottenere una crema. Mettete in frigo per un’ora e versate in un bicchiere di vetro, con un biscottino.

Grattachecca al caffè

Riempite fino all’orlo una vaschetta con almeno un litro di caffè zuccherato e riponetela in freezer per 8 ore. Poi, prendete un bicchiere e completate l’opera usando un cucchiaio o, se l’avete, una grattaghiaccio manuale.

Gelato al caffè

Servono 100 grammi di panna, 50 di destrosio (uno zucchero assai diffuso), 900 di latte, 400 di zucchero e altrettanti di caffè. Mettete tutto in una pentola sul fuoco a 8o gradi. Dopo aver scaldato e raffreddato, iniziate a mantecare.

Spumone al caffè

Mantecate 200 grammi di panna e mettetela in frigo. Unite 100 grammi di albume e altrettanti di zucchero montati a neve. Preparate due tazzine di caffè.

Prendete una coppetta e spalmate l’interno di gelato al caffè, avendo cura di lasciare spazio al centro per il cuore dello spumone, cioè il composto di panna, albume e zucchero montati a neve e il caffè delle tazzine, da aggiungere solo dopo aver riposto il contenitore nel congelatore per mezz’ora.

Infine girare la coppa e servire.

Avatar Anna Silveri

22 Agosto 2018

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento