Pomodori ripieni con amaranto e salsa tahina

La ricetta dei pomodori ripieni con amaranto e salsa tahina, per un piatto unico che usa uno pseudocereale poco conosciuto ma ottimo per la salute, e che può essere adattato ai gusti personali, con pressoché tutte le aggiunte che vi passano per la testa.

Voto medio lettori:
mezzi pomodori ripieni con amaranto

I pomodori ripieni con amaranto e salsa tahina sono una variante dei pomodori ripieni di riso, tipici della cucina romana. Come quelli, si servono freddi, e come quelli hanno alla base un cereale inserito all’interno dei pomodori per creare un piatto unico. Le similitudini però si fermano qui, se la ricetta romana prevede lunghe cotture, qui i pomodori rimangono crudi, e il ripieno, con l’aggiunta di salsa tahina, è più cremoso che croccante, con un gusto originale, e una consistenza simile a quella di un gelato, una volta raffreddata in frigo.

Si tratta di una ricetta molto versatile, perché, oltre alla tahina e al formaggio, si può condire l’amaranto praticamente con qualsiasi cosa vi piaccia: noci, nocciole, mandorle, verdure a dadini, capperi, pezzetti di olive e così via…

L’amaranto è uno pseudocereale (come la quinoa) e viene dal Centro e dal Sud America, dove ancora oggi rappresenta una buona parte dell’alimentazione delle popolazioni indigene. A differenza dei cereali, contiene molte proteine, tra cui la lisina, di cui i cereali spesso sono privi. Ha inoltre un elevato contenuto di calcio, di fosforo, di magnesio e di ferro che lo rendono un cibo davvero salutare: non a caso gli Aztechi solevano chiamarlo “il grano degli dei”.

 

Cucina: Italiana
difficoltà-ricetta Difficoltà: Facile
tempo-cottura Cottura: 15 Minuti
tempo-preparazione Preparazione: 30 Minuti
porzioni Porzioni: 8 Persone
prezzo Prezzo: Basso
kcal Calorie: 165 Kcal
opzione-alimentare Vegetariano
opzione-alimentare Senza glutine
ingredienti

INGREDIENTI

copia-ingredienti COPIA LA LISTA

Preparazione

 
1
 Per preparare la ricetta dei pomodori ripieni con amaranto e salsa tahina, portate l'acqua ad ebollizione e versate l'amaranto, fate cuocere a fuoco basso per 15 minuti, quindi scolate con un colino a maglia fine e tenete da parte.  
2
 Tagliate una brunoise di zucchine e saltate in padella con un filo di olio per qualche minuto.  
3
 Quando l'amaranto si sarà raffreddato aggiungete la salsa tahina, le zucchine, il sale, la scamorza tagliata a dadini ed il basilico tagliato sottile.  
4
 Svuotate i pomodori eliminando i semi e riempiteli con il composto di amaranto.  
5
 Lasciate riposare in frigorifero almeno 1 ora, e serviteli freddi.

Risultato

pomodori ripieni pronti su piatto con posate dorate accanto
Ti piace Pomodori ripieni con amaranto e salsa tahina ?
piatti unici con verdure Pranzi e cene vegetariani
Sfoglia ricette simili