Ragù di lenticchie, la ricetta del sugo vegano facile e saporito

Il ragù di lenticchie è una ricetta semplice che dà vita ad una salsa particolarmente aromatica, perfetta come secondo piatto, o per condire la pasta.

Ragù di lenticchie, la ricetta del sugo vegano facile e saporito

Il ragù di lenticchie è una ricetta per preparare un sugo vegano per la pasta, le tagliatelle, gli gnocchi o le lasagne, con un sapore e un aspetto molto simile al ragù di carne alla bolognese. La  preparazione di questo sugo di lenticchie non differisce da quella delle lenticchie in umido, il contorno perfetto per cotechino e zampone durante le feste.

Le lenticchie sono un legume particolarmente antico, si pensa che sia una delle prime piante ad essere state addomesticate, si suppone che la coltivazione risalga a 7000 anni fa, e sono nominate anche nella Bibbia, nell’antico testamento, a dimostrazione della sua diffusione soprattutto nell’area a Sud del Mediterraneo. Si pensa che per la prima volta siano state coltivate nel territorio che sta tra la Siria e l’Iraq, ma poi si sono diffuse tra i Greci, gli Egizi e i Romani. Si tratta di una pianta molto ricca di minerali, in particolare il folato, il magnesio e il potassio ed è anche molto nutriente, ha infatti circa 300 calorie per 10 grammi.

Di lenticchie ne esistono vari tipi: grandi, piccole, marroni, verdi, gialle e rosse; si tratta di ecotipi che si sono creati da soli, mentre la pianta si adattava alle varie situazioni climatiche in cui cresceva. Ultimamente sono particolarmente in voga le lenticchie decorticate, che vengono private a macchina della scorza esterna, in questo modo sono molto più veloci da cuocere e sono anche molto più digeribili, vengono anche usate per lo svezzamento dei bambini e per l’alimentazione degli anziani.

Il segreto di questa ricetta sta tutto nel soffritto, che conferisce un gusto particolare a questo piatto che lo avvicina davvero molto al ragù di carne; innanzitutto è necessario rispettare i tempi di cottura, i 30 minuti permettono agli zuccheri e alle proteine contenuti nella cipolla e nelle altre verdure di creare la celeberrima reazione di Mallard, in che conferisce un sapore particolare al piatto (l’aggiunta del vino e dell’alloro fa il resto). Le lenticchie inoltre devono cuocere a lungo ma a bassa temperatura, in modo da avere la buccia morbida ma integra e l’interno cremoso.

Se vi piacciono le lenticchie, provate anche le polpette di lenticchie e l’insalata di lenticchie estiva.

Cucina: Italiana
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 Minuti
Porzioni: 4 Persone
Prezzo: Basso
Calorie: 358 Kcal
opzione alimentare Vegetariano
opzione alimentare Vegano
ingredienti
Ingredienti
  • Carota 1
  • Sedano 1 Costa
  • Cipolla bianca piccola 1
  • Aglio 1 Spicchio
  • Lenticchie secche 150 g
  • Olio extravergine di oliva 8 Cucchiai
  • Brodo granulare 1 Cucchiaino
  • Sale fino
  • Pomodori passata 200 ml
  • Vino rosso 1/2 Bicchiere
  • Alloro 1 Foglia

Come fare il ragù di lenticchie

1

Sbucciate la carota, la cipolla e lo spicchio d’aglio, quest’ultimo va privato dell’anima interna. Togliete gli eventuali filamenti alla costa di sedano. Tritate tutte le verdure insieme.

2

Mettete in padella l’olio, la foglia di alloro e le verdure tritate, accendete la fiamma al minimo e fate cuocere per 30 minuti, mescolando spesso per fare attenzione che non si attacchi. Quando sono trascorsi 30 minuti la cipolla sarà trasparente e le verdure morbide. Sfumate con il vino e alzate la fiamma in modo da far evaporare l’alcol.

3

Aggiungete ora le lenticchie, coprite d’acqua calda e aggiungete il brodo granulare e la passata di pomodoro. Fate cuocere con il coperchio per circa un’ora, controllate la consistenza delle lenticchie, se sono morbide e quasi si sfaldano sono pronte.

Risultato
Ragù di lenticchie, la ricetta del sugo vegano facile e saporito

Conservazione

Il ragù di lenticchie si può fare in precedenza e conservare in congelatore, sarà facile da scongelare fuori dal frigo e poi riscaldare a fiamma bassa. Se invece è necessario conservarlo solo un paio di giorni va bene il frigorifero, in un contenitore coperto; anzi questo è un piatto che con il riposo migliora.

Consigli e varianti

Se vi piace un sapore leggermente speziato, aggiungete un chiodo di garofano alle lenticchie mentre cuociono.

Il ragù si può preparare anche in bianco, senza salsa di pomodoro ed è ottimo, ad esempio, con l’aggiunta di funghi porcini secchi ammollati in acqua per 20 minuti.

Il vino da aggiungere deve essere un vino corposo, che renderà il soffritto particolarmente aromatico.

Ragù di lenticchie con il Bimby

Questo sugo si può preparare anche con il Bimby in pochissimi passi e senza grassi:

  • Mettete nel boccale le carote, l’aglio e la cipolla sbucciati e il sedano a pezzetti e azionate per 2 secondi a velocità 7.
  • Aggiungete l’alloro e fate cuocere per 5 minuti a 100 gradi, a velocità soft e senso antiorario.
  • Aggiungete le lenticchie, la passata e 300 ml di acqua e azionate altri 10 minuti a 100 gradi velocità Soft antiorario.
Ti è piaciuta la ricetta?