di   iFood 7 Luglio 2020
seadas

Le seadas, sebadas o sevada in lingua sarda, è un dolce di origine sarda, un piatto della tradizione a base di semola, formaggio, servito con miele o zucchero come condimento, si tratta in sostanza, di un grande tortello preparato con la semola e lo strutto che racchiude “Casu furriàu“, del formaggio di pecora inacidito, vengono poi fritte e servite con abbondante miele di corbezzolo o di castagno, così come vuole la tradizione sarda.

Questa ricetta era tipica delle zone pastorali, anche se ormai è diventato un piatto tipico di tutta l’isola, ad oggi se ne trovano perfino delle versioni industriali.

La ricetta base prevede due varianti, una con formaggio cotto e una con formaggio crudo, questa viene anche chiamata sa mandrona, letteralmente “in modo pigro”

Questo piatto è da consumare rigorosamente fresco, appena fritto, a meno che non ci si voglia ritrovare tra le mani una sfoglia secca e per nulla appetitosa, il limite massimo per poter mangiare le seadas è di un paio di giorni, scaduto quel termine perderanno il loro appeal gastronomico.

Il passaggio più importante durante la cottura della seadas è senza dubbio la frittura, da fare in olio bollente e facendo attenzione a non bucare la sfoglia, per evitare che il formaggio fuoriesca, una volta cotte vengono poi immerse nel miele caldo e servite subito, prima che il miele cominci a solidificare.

Secondo alcune fonti questo dolce avrebbe origini spagnole, vista la dominazione dell’isola nel 1714 dagli spagnoli appunto, per altri invece il nome deriva dal altino sebum, per ricondurre all’abitudine sarda di usare il grasso animale nella preparazione, su seo in dialetto sardo, quello che è certo è che questo dolce è figlio di una cucina povera, nato da un’economia pastorale, tipica di quest’isola, è addirittura probabile che inizialmente non fosse un dolce ma un piatto unico, completo ed energico, adatto per affrontare il lavoro con gli animali.

seadas piatto

Durata

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Tempo totale: 40 minuti

Dosi per

4 Persone

Ingredienti

  • 250 g Semola rimacinata di grano duro
  • 25 g Strutto
  • 110 g Acqua
  • 1 pizzico Sale
  • 250 g Formaggio di pecora fresco
  • q.b. Buccia di limone
  • Olio Di Semi per friggere
  • Miele di corbezzolo o di castagno per guarnire

Preparazione

Per preparare la ricetta delle seadas, impastate la semola insieme allo strutto e al sale e aggiungete poco per volta l’acqua.

Lavorate il tutto fino ad ottenere un impasto elastico e liscio.

Avvolgete l’impasto delle seadas in un canovaccio e fatelo riposare.

Nel frattempo grattugiate il formaggio e la buccia del limone.

Versate il tutto in un pentolino e mescolate fino a quando il formaggio non si sarà completamente sciolto.

Ribaltate il tutto sopra un tagliere e fate raffreddare.

Con l’aiuto di un coppa pasta ricavate dei dischi di formaggio che vi serviranno successivamente per farcire le seadas.

Prendete l’impasto e ricavate delle sfoglie spesse circa mezzo centimetro.

Usando una scodella o una forma rotonda ricavate dei dischi di pasta.

Prendete un disco di formaggio e adagiatelo nel centro di un disco di pasta.

seadas preparazione

Copritelo con un altro disco e sigillate con le dita. Rifilate i bordi delle seadas con una rotella.

Rifilate i bordi delle seadas con una rotella.

Friggete le seadas, una per volta, in abbondante olio, scolatele e servitele cospargendo la superficie con miele di corbezzolo o castagno.

seadas ricetta