di   iFood 3 Settembre 2020
vellutata di finocchi

La vellutata di finocchi è un primo piatto semplice ma ricco di gusto, perfetto per una cena leggera o presentata in comode monoporzioni per un antipasto saporito ma leggero.

Una ricetta leggera, cremosa e molto saporita, ideale da gustare bella calda con dei crostini croccanti da inserire solo al momento di portarla in tavola, la presenza delle patate poi renderà cremosa questa vellutata al punto giusto.

Le vellutate in generale sono delle preparazioni perfette per fare un pieno di vitamine in questo periodo e possono essere gustate semplicemente senza aggiungere nulla, oppure arricchite squisitamente per dare anche una consistenza croccante con altri ingredienti come i crostini, semi di vari tipi, bacon saltato in padella, etc. In questo modo realizzerete anche un ottimo piatto completo.

Il Finocchio, ingrediente principale di questo piatto, oltre ad avere un sapore molto aromatico, è un ortaggio eccezionale, povero di calorie, considerate che contiene 30 calorie per ogni etto, dal potere disintossicante, in grado di ridurre il gonfiore addominale favorendo allo stesso tempo la digestione, è una pianta originaria dell’Asia Minore ma diffusa ormai ovunque, il suo utilizzo era noto già ai tempi degli antichi egizi, greci e arabi, la parte carnosa bianca viene consumata spesso cruda, condita con un filo di olio e pepe, ma non mancano certo ricette che lo vedono cotto, come nel nostro caso.

Per scegliere un finocchio saporito e perfetto per essere consumato la prima regola seguire la stagionalità, quindi i migliori saranno quelli che si possono trovare tra fine settembre e marzo, controllate che sia liscio, se notate delle piccole rughe significa che è un finocchio vecchio, fate attenzione anche alle foglie, che devono essere di un bel verde brillante e devono avere un certo volume, altra distinzione il sesso, ebbene si, i finocchi si distinguono in maschi e femmine, i maschi sono tondeggianti e sono perfetti da mangiare crudi, semplici o con un pinzimonio, le femmine invece sono più lunghe e sono preferibili per ricette che prevedono una cottura.

Per pulire correttamente un finocchio la tecnica è semplicissima, basterà lavarli sotto acqua corrente, tagliare la parte alta, la “barba” ottima da utilizzare per i soffritti o nelle minestre ed infine eliminare le foglie più esterne se rovinate, togliete la parte finale del torsolo, quella più sporca e procedete in base alla ricetta che avrete scelto.

vellutata di finocchi piatto

Durata

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo totale: 45 minuti

Dosi per

6 Persone

Ingredienti

  • 600 g Finocchi peso netto senza scarti
  • 400 g Patate peso netto senza scarti
  • 1/2 Cipolla
  • 200 ml Latte
  • 80 g Pane
  • Olio Extravergine D’Oliva
  • Origano
  • Pepe Nero macinato
  • Sale Fino

Preparazione

Per preparare la ricetta della vellutata di finocchi, mettete a scaldare un pentolino con l’acqua. Eliminate le punte e le foglie più esterne del finocchio.

Lavate i finocchi e tagliateli a tocchetti. Pelate le patate e, dopo averle lavate, riducetele a dadini. In una casseruola capiente fate un paio di giri con l’olio, aggiungete la dadolata di verdure e la cipolla a pezzi.

Salate, pepate e saltate rimestando per qualche istante a fiamma vivace. Ricoprite le verdure con l’acqua calda e lasciate cuocere per venti minuti a fiamma moderata. Se vedete che l’acqua si asciuga troppo, aggiungetene altra.

Una volta che le verdure risulteranno belle morbide spegnete ed unite il latte. Frullate tutto fino ad ottenere una bella crema densa.

Tagliate il pane a dadini. In una padella scaldate un filo di olio, aggiungete il pane e profumate con l’origano.

Lasciate tostare il pane qualche istante, girandolo spesso. Servite la vellutata bella calda con i crostini di pane.

vellutata di finocchi ricetta