torta specchio

Di Olga sappiamo poco, se non che il nickname sul profilo Instagram, dove spopola da tempo causando travasi di bile a colleghi pasticcieri ben più noti grazie alle bellissime mirror marble cakes, è olganoskova.

Le ipnotiche foto postate dalla pasticciera russa ritraggono torte sgargianti dalle forme scolpite simili a specchi colorati di marmo.

Il segreto di Olga sembra essere la glassa a specchio (ma servirebbe l’interpretazione di un pasticciere esperto), una glassa particolare usata per ricoprire alcune torte come la nota Setteveli.

La ricetta delle torte a specchio di Olga, non proprio salutare, è stata divulgata da un utente del celebre aggregatore americano Reddit.

torta a specchio

torta a specchio

torta a specchio

torta a specchio

torta a specchio

torta a specchio

torta a specchio

torta a specchio

Eccola:

Ingredienti:

20 grammi di gelatina in polvere
300 grammi di glucosio
300 grammi di zucchero
200 grammi di latte condensato zuccherato
120 grammi di acqua per sciogliere la gelatina + 150 grammi
330 grammi di cioccolato a vostro piacere
colorante alimentare

Procedimento:

Sciogliere la gelatina nell’acqua. Bollire insieme glucosio, zucchero e acqua. Togliere dal fuoco e unire gelatina, latte condensato e cioccolato.

Per ottenere diverse tinte si suddivide il composto colorandolo con i colori alimentari. L’effetto marmorizzato si realizza versando sulla torta i diversi composti colorati.

Il diabete non è mai stato così bello.

[Crediti | Link: Boredpanda]

commenti (18)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Orval87 ha detto:

    Belle sono belle, poi però c’è da mangiarle, e dalla Russia non mi sono mai giunte vagonate di rinomate ricette.

    1. Avatar Orval87 ha detto:

      A me sembra più stupido il tuo, porta almeno a sostegno le vagonate di ricette russe che smentiscono il mio commento….

    2. Avatar Enrico ha detto:

      Il borscht mi piace parecchio, così come il filetto alla Stroganoff e lo storione in salsa di rafano
      Anche i blinis e pirojki non sono niente male.

    3. Avatar Marusia ha detto:

      Caro Orval87…forse ti apro gli occhi dicendo che dolci russi (quelli veri) sono meno calorici e meno dolci dei classici italiani? La base di pasticceria russa tradizionale sono le creme di panna acida o yogurt greco, miele e frutta secca e di bosco e leggerissimo “biscuit” in differenza da pesantissima pasta frolla e pasta sfoglia (cosi amata in Italia) con panna montata, mascarpone, burro, zucchero e cioccolato. Oeps?

  2. Avatar Gabri ha detto:

    Il cioccolato deve essere bianco, sennò come si fa a colorarlo…?

  3. Avatar VIRNA ha detto:

    ma non si può usare la gelatina in fogli? se si, quale è la dose..grazieee

  4. scusa ma perche poco salutare? e le torte coperte di pdz? non e’ zucchero quello? son dolci mica devono essere dietetici. a me pare molto bella. la ricetta e’ ovviamente solo per la copertura e questa sara’ semplicemente dolce visto che non c’e’ altro dentro. il fatto che sia buona dipende dalla torta, non solo dalla copertura.

  5. Volevo chiedere se la dose dei 120 grammi d’acqua è quella da aggiungere alla gelatina..e se è corretta perchè so che la gelatina va idratata con 5 volte il suo peso cioé in questo caso 100 grammi, inoltre a che temperatura va colata sul dolce congelato grazie

  6. Mi domandavo se sarebbe possibile sostituire il glucosio con il miele come con il pdz e se non lo fosse usare il glucosio fatto in casa.

    1. Cinzia Alfè Cinzia Alfè ha detto:

      In teoria con il miele sì ma non garantiamo rispetto alla ricetta originale riporta. Ciao e grazie.

  7. Avatar Valeria ha detto:

    Certo di bella è bella uno specchio,non c’è che dire,il colorante quando si mette?Poi hai detto acqua 120+150 la gelatina si scioglie in 120 e i 150 quando si aggiunge? Grazie

  8. Avatar Elisabetta ha detto:

    Salve è possibile sostituire il latte condensato con la panna ? grazie

  9. Avatar Minerva ha detto:

    Dice dos veces azucar 300 gramos es un error o es asi? porque creo que es demasiada azucar mas la leche azucarada.
    Gracias.