di Giovanni Puglisi 8 Ottobre 2020
kebab_siria_rotolo-scaled

Volete sapere quali siano i migliori kebab di Roma e francamente, da corrispondente romano di Dissapore, sono sempre stato parecchio riluttante all’idea di redarre questa guida monotematica al ristorante monotematico (e spesso mono-sapore) per antonomasia.

In effetti, pescare nell’infinità del tessuto urbano capitolino dei ristoranti di shawarma (come il piatto è conosciuto in area levantina) che non fossero i pessimi fast food tutti rotoloni di carne surgelata e piadine pronte, che invadono ormai qualsiasi città, sembrava un’impresa più che difficile.

Caso volle che qualche giorno dopo mi imbattei in Oriental Fonzie, e nella sua qualità, e lo recensii su queste pagine: quando l’articolo uscì su Facebook ci inondaste di commenti, su tutti i kebab degni di nota che avremmo dovuto provare entro il GRA.

Così li abbiamo provati. Abbiamo selezionato i migliori, e ve li proponiamo qua sotto. Il criterio di scrematura di fondo è stato semplice: siamo partiti dal considerare solo i posti che producono i propri spiedi di carne. La stragrande maggioranza dei locali segnalati però può contare sulla produzione propria anche per pane e salse, oltre che naturalmente per la preparazione dei condimenti.

Leggete questo articolo un po’ come volete: mappa degli shawarma che meritano la fame nottura di noi gastrofanatici o guida ai migliori kebab di Roma per cambiare idea sul kebab.

1. Kebab Siria

kebab_siria_najib

kebab_siria_rotolo

kebab_siria_morso

Se l’attribuzione di posizioni precise agli altri ristoranti in classifica è stata a volte una sfida all’ultimo morso, sul primo shawarma di questa lista non abbiamo avuto dubbi: Siria Kebab, buchetto nel muro alle spalle di Viale Somalia, vince per distacco. Ultimo visitato in ordine cronologico, ha sbaragliato la concorrenza con una cura dei dettagli e un gusto che non lasciano spazio a dubbi di alcun genere.

Lo shawarma del giovane e appassionato proprietario Najib, un misto di manzo e agnello ben speziato, viene cotto fino ad un grado di croccantezza decisamente spinto – ma senza pregiudicare la succulenza delle carni, sapide e untuose. Tagliato alla spada, viene arrotolato in sottilissime marqūq autoprodotte – così si chiama, in Siria, il pane non lievitato che siamo malamente abituati a chiamare “piadina”, che qui viene strofinato prima del confezionamento sul grasso fondente del rotolo di carne – e condito con verdure fresche, crude o cotte, presenti in un assortimento nutrito, e le ottime salse della casa.

Il rituale della chiusura dello shawarma culmina in una tostatura alla piastra: ogni rotolo formato viene quindi sigillato sulla griglia rovente del kebab, poi decorato in cima con una traccia di hummus, qualche truciolo di carne, una sottile fetta di limone, prezzemolo fresco e una spolverata di sommacco. Sarà questo il valore aggiunto definitivo di un kebab già di per sé miracoloso, con ingredienti ottimi e dai sapori distinti avvolto in un flatbread sfogliato, croccante e sottile. Aggiungete lo strepitoso rapporto qualità/prezzo (un kebab con tutti i crismi viene via a 5 euro), che falafel e burak siano molto buoni, ed il fatto che se vorrete chiacchierare di cucina levantina il buon Najib vi darà corda facendovi sognare i mercati di Aleppo.

Indirizzo: Via Stimigliano 1

Orari di apertura:  Lunedì-Sabato 12.30-24, Domenica 11-24

2. Oriental Fonzie

miglior kebab roma oriental fonziemiglior kebab roma oriental fonziemiglior kebab roma oriental fonzie

Di questo ottimo kebab “di lusso” di ispirazione israeliana vi avevamo parlato in una apposita recensione: okay, forse non sarà riuscito a mantenere la palma di migliore della città, e forse le riletture del piatto in chiave fast-gourmet messe sul piatto – con prezzi che vanno dai 9 agli 11 euro circa – non saranno alla portata di tutti… Ciononostante, il kebab kosher del Ghetto si merita pienamente la seconda posizione della nostra classifica, con tre varietà di shawarma tra cui scegliere (agnello, pollo e vegetali, cui si aggiunge secondo disponibilità un kebab di pesce), assemblaggi eccellenti, ampissima ed eclettica scelta di condimenti di qualità ed un servizio snello e preciso.

Indirizzo: Via di S. Maria del Pianto 65

Orari di apertura: Domenica-Giovedì 12-15 e 19-23, Venerdì 12-15 e Sabato 20.45-23

3. Pizzeria Kebab Roma

pizzeria_kebab_laurentina_verdure pizzeria_kebab_laurentina_shawarma pizzeria_kebab_laurentina_panino

Potrebbe e forse vorrebbe passare inosservata, questa rosticceria/kebab nel bel mezzo di via Laurentina, tanto è vero che sulle insegne non troverete scritto altro che “Bar-Tavola Calda-Pizzeria-Kebab”; e che lo scontrino riportato sulla ragione sociale è “Angolo Corazzieri SRLS” (occhio, non è un tributo al reggimento sceltissimo della Benemerita, ma una semplice notazione toponomastica sulla posizione del ristorante: Laurentina-angolo-(via)-Corazzieri). Eppure, se avrete la pazienza di recarvi in visita, qui mangerete uno dei migliori kebab di Roma: l’enorme rotolo di vitello al girarrosto, davvero succoso, viene “rasato” a macchina e accompagnato da salse fatte in casa strepitose e un assortimento di verdure che, specialmente verso l’ora di pranzo quando il servizio di tavola calda è in pieno fermento, risulta tra i più generosi della città.

Nota di merito all’inusuale “panino” utilizzato, una sorta di pan brioche sofficissimo ma perfettamente in grado di contenere il dilagare di succhi di carne e salse varie: il risultato è un sostanzioso kebab dal gioco di consistenze unico che pesa un totale di 600 e rotti grammi complessivi, e viene via al prezzo modico di 4 euro. Se solo il pane fosse appena piastrato e guadagnasse un filo di crosticina, questo posto potrebbe forse scalare ulteriormente la classifica… Buoni anche i falafel, non bellissimi a guardarsi ma proposti in una casereccia e friabile versione XXL.

Indirizzo: Via Laurentina 597/A

Orari di apertura: Lunedì 11-24, Martedì-Domenica 06-01

4. Ristorante Siriano Alibabà Roma

ali_baba_esterno ali_baba_shish ali_baba_morso

Alì Babà è da sempre sulla bocca dei romani, considerato in genere il migliore dei kebab possibili. Se ci riferiamo allo shawarma, quindi al classico rotolone, diciamo che è possibile trovare molto di meglio: in compenso il ristorante Alì Babà (quindi non la sede “storica” di via Carroceto, ma quella che troverete girato l’angolo, affacciata direttamente su via dell’Arco di Travertino) è l’unico posto in città a proporre tipi di kebab diversi dallo spiedo al girarrosto.

Ed è aperto praticamente 24 ore. Andate quindi, e scegliete una delle varianti di shish kebab – dai rognoncini e nodini d’agnello agli straccetti di manzo, dalle ali di pollo ai kofta di carne macinata, aglio e cumino – chiedendo che vi sia cotta alla brace sul bel camino di rame. Quindi, chiedete che venga inserita in uno dei marqūq fatti in casa, e scegliete i condimenti e le salse dall’ampio assortimento in esposizione. A differenza del döner classico, un kebab così composto costerà 9 euro: ma varrà assolutamente la pena di essere mangiato, col sapore delle carni deciso che incontra una piada di ottima fattura e guarniture fresche e gustose.

Indirizzo: Via dell’Arco di Travertino 27

Orari: tutti i giorni 10-06

5. Kebabone

kebabone_condimenti kebabone_rotolo kebabone_morso

Due rotoli di shawarma prodotti in loco – pollo e vitello – vengono tagliati al coltello per farcire, singolarmente o in versione “mista”, i flatbread fatti in casa di questo kebab aperto fino a tarda notte di via dell’Acqua Bullicante. Carni sapide e dalla spiccata speziatura, salse eccellenti e chiaramente riconoscibili, verdure arrosto dall’irresistibile retrogusto affumicato e soprattutto un marqūq tostato, croccantissimo e ben sfogliato valgono al Kebabone il quinto posto in classifica.

Consigliato soprattutto agli amanti del piccante, dato che la salsa a base di peperoncino non è la solita edulcorata proposta a base di pomodoro ma una pasta di chilli rossi tritati che picchia come un fabbro. Kebab “piccolo” a 4,5 euro, “medio” a 5,5 e maxi a 7,5 euro.

Indirizzo: Via di Acqua Bullicante 243

Orari di apertura: Lunedì-Sabato 11-02, Domenica 18-02

6. Al Basha – “Er Kebbabbaro”

al_basha_ingresso al_basha_rotolo al_basha_morso

Atmosfera decisamente autentica per questo buon kebab-pizzeria proprio di fronte alla metro Conca d’Oro. Preghiere musulmane trasmesse in televisione a tutto volume, signora con hijab al confezionamento dei dürüm (così si chiamano gli “arrotolati” in turco, anche se qui siamo in quota siriana) e una clientela di quartiere popolare e multietnica animano il variopinto locale: schivate tranquillamente le pizze e dirigetevi verso lo shawarma di vitello che gira quieto nell’angolo sinistro.

Oltre alla carne e ai marqūq fatti in casa, potrete avvalervi di una parca scelta di condimenti – entro la quale spicca però un ottimo mix di verdure grigliate con melanzane, zucchine e peperoni – e di buone salse di propria produzione. Il risultato è un ottimo kebab “di periferia”, con sapori ben distinti e materia prima freschissima, a prezzi popolari: 4 euro il piccolo, 5 il medio, 7 il grande.

Indirizzo: Via Val di Cogne 46/48

Orari di apertura: tutti i giorni 12-24, Venerdì e Sabato 12-02

7. Kebab

kebab_valenziani_kebab kebab_valenziani_rotolokebab_valenziani_falafel

Merito indiscutibile di questo ristorante egiziano nascosto in una viuzza a ridosso di Porta Pia è stato quello di nobilitare, per primo, lo Shawarma a Roma, trasformandolo nella mente dei romani da pasto d’emergenza dalla qualità discutibile a pietanza etnica di tutto rispetto.

Sui tre spiedoni da 20-25 kg ognuno, confezionati quotidianamente, girano rispettivamente manzo, pollo e verdure; il martedì e il venerdì si aggiunge un peculiarissimo kebab di cernia. Molto buono anche il pane fatto in casa, ristretta però la gamma di condimenti disponibile. Lo shawarma, pur rimanendo buono, non è esattamente il più gustoso o il meglio assemblato di quello proposti in lista; con i sapori che talvolta si accavallano uno sull’altro e salse coprenti. Nonostante ciò, un kebab in via Valenziani rimane sempre un’esperienza valida, sia che si scelga di optare per un “arrotolato” (a 6 euro), sia che si preferisca consumare uno dei piatti da ristorante proposti alla carta per un pasto più sostanzioso. Occhio al servizio, decisamente poco cortese.

Indirizzo: Via Augusto Valenziani 14

Orari di apertura: Lunedì-Venerdì 12.30-15 e 19.30-23.30, Sabato e Domenica 19.30-23.30

8. Shawarma Station

shawarma_station_sala shawarma_station_rotolo shawarma_station_morso

Atmosfera familiare e clientela affezionata per questo kebab “insospettabile” a due passi da Termini e Santa Maria Maggiore: tra le pareti rosse si muovono scene di vita autentica della comunità mediorientale di Roma, che come nei migliori film di genere ruotano intorno al cibo. Lo shawarma, a scelta di pollo o vitello, viene arrotolato in flatbread di buona fattura che si potrebbero giovare di una rapida tostatura per uno sprint croccante in più.

La scelta dei condimenti è limitata, la carne gustosa e dalla buona consistenza ma forse un po’ leggera in termini di speziatura – ciononostante, sedersi da Shawarma Station e fare people watching mentre ci si sazia con un doner di tutto rispetto, è un’esperienza imperdibile (e costa solo 5 euro). Bonus: è disponibile, occasionalmente, una piccola selezione di shish kebab già cotti, soprattutto kofte o spiedini d’altro genere.

Indirizzo: Via Merulana 271

Orari di apertura: tutti i giorni 10.30-23