Continua la scoperta delle pizzerie di Milano e Provincia. Questa volta siamo a Cassina Nuova, una piccola frazione di Bollate, sede del secondo locale de La Baita dei Sapori del Sud.
Ecco la nostra recensione.

È fisiologico: posizionarsi in una grande città come Milano contribuisce ad accrescere la fama di un locale. Eppure, abbiamo già visto come anche la spesso dimenticata provincia possa regalare forti emozioni, permettendoci di scoprire realtà di tutto rispetto.

Oggi è il turno de La Baita dei Sapori del Sud, e precisamente del secondo dei due locali di proprietà del primo pizzaiolo Cristian Romano e di suo padre.

Ambiente e servizio

 

Inaugurato di recente, la pizzeria di Cassina Nuova è decisamente più luminosa, caratteristica e accogliente rispetto alla gemella di Garbagnate Milanese, aperta dal 2017, dallo stile più retrò.

Interessanti e piacevoli le grafiche sparse sui muri di tutto il locale, che circondano un imponente forno a legna, cuore pulsante del locale e sicuramente di grande impatto.

baita dei sapori del sud

Baita dei sapori del sud

Il servizio, rispetto alla visita di qualche anno fa a Garbagnate, è decisamente migliorato, risultando ben più rapido e cordiale.

Menu e prezzi

La carta della Baita si presenta come un libretto ben curato e dalla grafica semplice ma efficace.
È un plico lungo e articolato, forse troppo: il locale offre, oltre alle pizze, anche parecchi primi e secondi piatti di cucina pugliese, con il mare come elemento principale.

baita dei sapori del sud

La nostra area di interesse, tuttavia, parte dai fritti: Tris di Montanare, Cuoppo, CrocchetteArancini tra i 5 e i 15 euro.

Cuoppi che ho visto passare, ve lo assicuro, facevano voglia di saltarci dentro.

Quattro invece le pizze fritte, dalla Margherita alla Partenopea con friarielli, salsiccia di nero casertano e scaglie di provola di agerola, con prezzi che girano tra i 6 e i 9 euro.

Il cuore del menu è ovviamente la parte dedicata alle pizze al forno, suddivise in tre categorie: rosse, bianche e a base crema, che rappresentano l’estro e lo spirito di inventiva di Cristian Romano.

Circa una ventina di presenze, tra fisse, stagionali e periodiche, per una selezione varia e di tutto rispetto: i prezzi vanno dai 5 euro della Marinara ad un massimo di 10 per le pizze con ingredienti più ricercati, come l’Ariccia (provola di Agerola affumicata, porchetta di Ariccia, pomodorini datterini rossi e funghi misti).

baita dei sapori del sud

Su vini e birre la situazione purtroppo è piuttosto carente, motivo per il quale abbasserò leggermente il mio giudizio finale, seppur al cospetto di (spoiler!) una pizza straordinaria.

Chiudono il plico i dolci della casa, 1.50 euro per il caffè e 2 euro di servizio al tavolo, forse un po’ altino se rapportato alla concorrenza.

La pizza de La Baita dei Sapori del Sud

Taglia M, il cornicione ben gonfio e vaporoso, i colori sgargianti e la cottura uniforme e maculata sono gli elementi che caratterizzano la pizza di Cristian Romano, una di quelle che viene bene in foto e che attrae anche solo nei post sui social.

Baita dei sapori del sud - Affumicata

 

E tuttavia, sapete bene come la penso sull’argomento: Istagram non basta a salvaguardare la qualità di un prodotto, e a discapito della moda del momento per i canotti esplosivi, questa tipologia di pizza napoletana è sicuramente la più difficile da attuare con rigore.
Il rischio è quello di andare incontro al temuto effetto gomma già alla seconda fetta, specie se il pizzaiolo è più preoccupato dell’aspetto social-fotogenico più che della cottura degli amidi, punto cardine per la digeribilità della pizza.

Il prodotto però, in questo caso, è di livello altissimo, sensibilmente migliorato dalla mia precedente visita.
L’impasto è un diretto da 24 ore con farina 00 e il 70% di idratazione, lasciato adeguatamente asciugare in forno e in grado di restituire una scioglievolezza estrema, dalla prima all’ultima fetta.

baita dei sapori del sud

Il cornicione risulta piacevole e profumato in tutti i punti, sintomo di una cottura attenta e ben eseguita, ad eccezione del fondo che potrebbe esser gestito un po’ meglio.
L’attenzione dedicata al cornicione è cambiata nel corso del tempo, e le pizze risultano ora decisamente più esplosive e imponenti, anche se forse tra una e l’altra manca ancora un po’ di uniformità in stesura e il bordo rischia letteralmente di invadere la parte centrale.

Ad alzare ulteriormente il livello dell’esperienza sono gli ingredienti utilizzati, con menzione particolare per le pizze a base crema: ottime, bilanciate, sapientemente studiate nell’equilibrio di sapore e consistenza.
L’Affumicata è, ad oggi, uno degli abbinamenti più felici che abbia mai avuto la fortuna di provare: vellutata di zucchine, burrata affumicata, speck del Trentino e chips di zucchine fritte. Un insieme fresco, profumato, dove le note sapide, balsamiche e affumicate si incontrano in completa armonia.

Tra le bianche ottima la Cotto, con fior di latte di Agerola, prosciutto cotto e patate al forno, la già citata Ariccia e la Contadina, con fior di latte di Agerola, pancetta arrotolata Piacentina, salsiccia di nero casertano e patate al forno.

baita dei sapori del sud

Le rosse costituiscono il classico dei classici, a meno della Nettuno con i frutti di mare.
Ho provato la Provola e Pepe (pomodoro San Marzano DOP, basilico fresco, parmigiano reggiano 24/32 mesi, fior di latte di Agerola, provola e pepe nero in uscita), un abbinamento sempre piacevole e frizzante: buona e leggera, forse avrei gradito un po’ più di personalità nella scelta del pomodoro e del pepe, ma è un gusto completamente soggettivo.

La Baita dei sapori del sud

La pizza di Cristian Romano è uno di quei motivi di forte riscatto della provincia su cui punto da tempo, superiore alla maggior parte dei grandi nomi e purtroppo (o per fortuna) ancora nell’anonimato.
Fate come me: quando andate in una pizzeria, dimenticatevi dove siete e isolatevi dal contesto, per gustarvi l’esperienza nel pieno dell’oggettività.

Può darsi che riusciate a scoprire cose nuove e interessanti, in barba alle guide.

Informazioni

La Baita dei Sapori del Sud
Indirizzo: Via San Bernardo, 77, Cassina Nuova (MI)
Numero di telefono: 02 8276881
Orari di apertura: Da Martedì a Sabato dalle 12.00 alle 15.00 e dalle 19.00 alle 23.00, Domenica dalle 19.00 alle 23.00
Sito Web: www.labaitadeisaporidelsud.it
Tipo di cucina: Pizza napoletana a canotto e cucina regionale pugliese
Ambiente: caldo, accogliente e informale
Servizio: rapido e cordiale

Voto: 4.3/5

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento