di Cinzia Alfè 8 Maggio 2017
Hurawalhi ristorante

Per quale motivo, tra più di 1200 resort delle Maldive, si dovrebbe scegliere proprio l’ Hurawalhi Island Resort & Spa, sull’isola di Hurawalhi?

Semplice: perché qui si trova il più grande ristorante subacqueo del mondo.

Proprio così. In quel luogo incantevole è possibile cenare godendosi lo spettacolo mozzafiato della barriera corallina, immersi nell’azzurro delle acque tropicali, tra pesci e altre creature marine immmerse nel loro habitat naturale.

Il paradisiaco ristorante è collocato a 5,8 metri di profondità, ed è composto da una mega-struttura di 400 tonnellate dotata di finestre con vetri dello spessore di 190 millimetri, costruita in dieci mesi in Nuova Zelanda e Giappone, per poi essere trasportata nelle acque dell’atollo di Lhaviyani, a cui è saldamente ancorata grazie a robusti pali di acciaio.

ristorante subacqueo maldive

I fortunati ospiti del Resort hanno accesso al ristorante grazie a una scala a chiocciola situata in una costruzione sul molo, che ospita anche la cucina.

L’atmosfera è volutamente minimalista e nello stesso tempo romantica: nel locale, che misura 15 metri per 18, sono infatti presenti solamente tavoli per due persone;  numero massimo di coperti: 20.

ristorante subacqueo maldive piattoristorante subacqueo maldiveristorante subacqueo maldive ristorante subacqueo maldiveristorante subacqueo maldive

Il costo medio si aggira sui 280 dollari, prezzo che assicura non solo una vista ineguagliabile ma anche piatti innovativi e di classe, uniti a ottimi vini e, per quanto possa sembrare  complicato, anche  a un servizio impeccabile.

Inoltre, tutto il resort è improntato a principi di eco-sostenibilità, e l’energia è ricavata per la maggior parte grazie all’installazione di pannelli solari.

ristorante subacqueo maldive

Tutti ottimi motivi, che da soli valgono il disturbo di prendere un aereo e volare alle Maldive, per godere di uno degli spettacoli più coinvolgenti del mondo, tranquillamente seduti al proprio tavolo e gustandosi una cena impeccabile: si può desiderare altro?

[Crediti: Link: Attractions Management]