Perché ora Salt Bae sparge il sale con i guanti

Non sei esageratamente in mostra, caro Nusret Gökçe, per poterti bullare senza conseguenze del codice sanitario?

In caso quel nome vi risultasse sconosciuto, sappiate che ce l’abbiamo con Salt Bae, il macellaio cuoco che con il gesto di condire la carne dall’alto, facendo ruzzolare il sale giù dal braccio vigoroso, ha raggranellato milioni di follower su Instagram e clienti vip nelle sue steakhouse, e da pochi giorni nel ristorante di New York.

Proprio per il suo nuovo locale, molto criticato perché caro come il fuoco, Salt Bae torna sotto i riflettori: il look con cui è solito esibirsi nel famoso gesto spargi sale non è consono alle norme igieniche dello Stato di New York.

[Salt Bae, a forza di mettere sale sulla carne, apre un altro ristorante a New York]

Forse abituato a un altro sistema nelle 5 steakhouse che possiede in Turchia, suo paese d’origine, il fascinoso Nusret prima di accarezzare scamoni si è dimenticato di indossare i guanti e di togliersi anelli e orologio. Per giunta al cospetto delle tante fotocamere dei clienti pronti a riprenderlo.

Un comportamento in palese violazione dell’articolo 81 del codice sanitario di New York, ben riassunto dal sito americano Eater: niente contatto a mani nude con gli alimenti “pronti da mangiare” e gli unici anelli permessi sono “lisci e senza fessure, per esempio fedi nuziali”.

[Salt Bae: com’è mangiare nel ristorante del cuoco turco a New York]

Salt Bae, poverino, dev’essersi preso una bella lavata di capo dagli esponenti del severo dipartimento della sanità newyorkese, ma ha recepito i poco amichevoli consigli, visto che mercoledì sera su Instagram sono apparse alcune foto che lo ritraggono nel ristorante newyorkese alle prese con la consueta bistecca, ma senza orologi o grandi anelli, e soprattutto con un paio di vistosi guanti neri addosso.

Lo trovate sexy anche così?

[Crediti | Eater]

Chiara Cavalleris Chiara Cavalleris

1 febbraio 2018

commenti (9)

Accedi / Registrati e lascia un commento

    1. D’accordissimo con te… ‘Sti mezzi cuochi diventano famosi solo per come mettono il sale. Terribile.
      P.S.- Questi divi da cucina hanno rotto

  1. Si e poi i Newyorkesi sguazzano tra i topi. Ma annateven’af…..!

  2. Quindi a New York NESSUN ristoratore, dietro le porte della sua cucina, viola l’art. 81 del codice sanitario.

    1. Quindi? Il fatto che probabilmente qualcuno non rispetti una legge si converte nell’insidacabile diritto di poterla violare pubblicamente senza conseguenze?

  3. per rispondere all’ultima domanda: no.
    anzi, lo trovo ridicolo e anche un po’ pietoso…

  4. Guanti o meno, il sale comunque scivola lungo l’avambraccio peloso. E come la mettiamo?

«