di Caterina Vianello 12 Agosto 2016
ristoranti con vista a venezia

Chi conosce Venezia sostiene che il modo migliore per vederla – per capire come si viveva qualche secolo fa, nel periodo di massimo splendore– è dall’acqua, girandola su una gondola o su qualunque altro mezzo navigante. Ma esistono posti capaci di regalare scorci memorabili al netto delle imbarcazioni, anche perché, diciamolo, la gondola non è esattamente un mezzo economico.

Allora ecco pronta una lista dei ristoranti con vista a Venezia, ovvero di locali per tutte le tasche – facoltose o meno – dove si mangia mediamente bene e si gode una vista superba.

Prima di scattare la foto che farà schiattare d’invidia gli amici, prendetevi un minuto per godere il panorama e per ordinare qualcosa. Solo a quel punto, se proprio non potete farne a meno, scattate.

Però, contegno: niente selfie stile Kardashian.

Stucky a venezia

Hilton Molino Stucky Venice – Giudecca 810

Il primo dei ristoranti con vista a Venezia si chiama Hilton Molino Stucky e si trova nell’isola della Giudecca: un vero mulino, costruito tra il 1884 ed il 1895, nel periodo d’oro qui si macinavano fino a 2.500 quintali di farina al giorno.

Restaurato e trasformato in albergo (gruppo Hilton), è dotato di residence, centro congressi, 379 stanze, sala convegni.

hilton molino stucky ristorante a venezia giudezza (1)

La cosa più interessante per noi, tuttavia, è la terrazza panoramica con bar e piscina. Per raggiungerli, attraversate baldanzosi la hall (non serve essere ospiti dell’hotel per accedere al bar) e dirigetevi vero l’ascensore, ottavo piano.

Non fate gli smargiassi, prima di uscire prendetevi una giacca: la Giudecca non si chiama a caso “isola delle foche”.

ristorante stucky venezia vista

Cosa ordinare? Allo Skyline Rooftop Bar dell’Hilton Molino Stucky cocktail a volontà, accompagnati a volte da musica dal vivo: blues, soul e jazz. Se volete mangiare avete due possibilità: il ristorante Aromi, cucina mediterranea con qualche tocco dello chef: mezzi paccheri con pesce spada, finocchietto e zenzero”, spigola di mare su carpaccio di cetrioli, con croccante di finocchi e ravanelli”.

Oppure il Bacaromi, fratello minore e più ruspante dell’Aromi che riproduce nell’arredo un bacaro veneziano.

Sia all’ultimo piano, che da un tavolo sulla fondamenta la vista è superba.

vista mozzafiato ristorante stucky venezia giudecca

Se potete, andateci di sera (accompagnati, ve lo devo proprio dire?).

Prezzi medi – 3 portate, senza vino: 75 euro.

venezia viste emozionanti Centurion

Antinoo’s, Hotel Centurion Palace – Dorsoduro 173

Antinoo’s è il ristorante dell’hotel Centurion, protagonista di un lussuoso restauro che ha trasformato Palazzo Genovese (fine ‘800) in un hotel a 5 stelle, appartenente al gruppo Sina Fine Italian Hotels.

Si trova tra Punta della Dogana e la Fondazione Guggenheim: ha 50 stanze, ognuna diversa dall’altra.

Prima di accomodarsi a tavola scegliendo ovviamente uno dei tavoli della terrazza del ristorante che affaccia sul Canale Grande di Venezia date un’occhiata alle due sale da pranzo.

Antinoos ristorante canale di venezia sala da pranzo Antinoos ristorante canale di venezia sala da pranzo 2 Antinoos ristorante canale di venezia sala da pranzo 3

La prima, più piccola, è un guscio rosso, mentre l’altra, nonostante le dimensioni maggiori, resta una capsula bianca di rilassatezza. All’esterno del ristorante con vista sul canale di Venezia, però, è tutt’altra cosa: di fronte a voi avete il Gritti e se allungate lo sguardo a destra raggiungete San Marco.

antinoos ristorante con terrazza a venezia

Una volta nutriti gli occhi, è ora di passare allo stomaco, quindi alla cucina.

Ci pensa Massimo Livan, executive chef: menu leggeri con piatti senza burro e panna, amore per frutta e verdura, attenzione alla composizione cromatica.

menu ristorante venezia con terrazza antinoos piatto del menu antinoos ristorante venezia con terrazza

Due i menù: uno legato ai classici della tradizione veneziana (baccalà mantecato, risotto alla pescatora, frittura), l’altro più innovativo: piovra in tre consistenze; risotto con baccalà, birra e bar bietola; ravioli verdi di anatra con crema di patate allo zafferano, ricotta affumicata e chips di patate viola; trancio di rombo all’estratto di lemongrass con patate, pepe rosa e spinaci.

piatto completo ristorante venezia con terrazza antinoos

Un consiglio: se scegliete di cenare chiedete del tavolo da due che guarda verso il campanile di San Marco.

Prezzi medi – 3 portate senza vino: 90-100 euro

Gritti ristorante venezia san marco

Gritti Palace, Campo Santa Maria del Giglio – Sest. San Marco

Al Gritti Palace non ci si fa mancare nulla: bar, ristorante e scuola di cucina. I nomi sono altisonanti: Longhi (il bar), Club del Doge (il ristorante) e “Scuola di cucina epicurea”.

Se state fremendo in attesa di capire da dove si gode la vista migliore su Venezia, aspettate un attimo che i dettagli sono importanti. Nel bar Longhi ci sono 6 dipinti del Longhi risalenti al 18° secolo, e la scuola di cucina insegna i piatti della tradizione veneziana, si comincia con la spesa al mercato di Rialto.

Espletate le formalità, prendete un bel respiro, perché una volta messo piede nella terrazza tratterrete il fiato a lungo.

Gritti ristorante a venezia con vista Gritti ristorante con vista su venezia

Di fronte a voi la Chiesa della Salute, e poi Punta della Dogana e più a sinistra il Lido. Un andirivieni di gondole e la sensazione di essere sull’acqua. D’obbligo venirci nella bella stagione.

vista su venezia dal ristorante gritti palace

Due i menù: uno (dalle 12 alle 18) meno impegnativo che offre anche insalate, sandwich ed hamburger.

Nell’altro lo chef Daniele Turco combina i piatti storici lagunari con grandi classici come risotti e paste, pesci –branzino e rombo– e carni –manzo e agnello–  con un’attenzione particolare per la materia prima regionale.

L’unico rischio è che catturati dalla vista facciate freddare il piatto.

Prezzi medi – 3 portate senza vino: 90-100 euro

Ristorante-riviera-venezia

Ristorante Riviera, Fondamenta Zattere al Ponte Longo 1473 – Sest. Dorsoduro

Balzato agli onori delle cronache nel 2015 come vincitore del “TripAdvisor traveller’s choice fine dining restaurants”, il premio assegnato dai “travellers” di TripAdvisor (decidete voi se è degno di nota), si trova proprio di fronte al Molino Stucky, alle Zattere: si chiama Ristorante Riviera ed è uno dei più bei ristoranti con vista su Venezia.

Un po’ come per il Centurion e il Gritti, insomma, che stanno uno di fronte all’altro, anche qui sembra di essere in uno di quei western polverosi in cui i pistoleri si fronteggiano con occhio torvo. Solo che invece della polvere abbiamo la laguna e al posto del saloon un locale raffinato: piatti molto curati, con un’offerta che comprende carne e pesce e qualche grande classico veneziano.

Prezzi medi – 3 portate senza vino: 80-90 euro (ma c’è anche un menu degustazione a 100, se potete)

algiubagio ristorante con vista a venezia

Algiubagiò, Fondamenta Nuove – Cannaregio 5039

Se pensate che le cartucce migliori siano appannaggio esclusivo di Canal Grande e Zattere vi sbagliate di grosso. Qui siamo dall’altra parte di Venezia, quella delle Fondamenta Nuove, che guarda verso le isole del vetro e dei merletti. La vista spazia in laguna, senza l’affollamento dei gondolieri e del traffico del Canal Grande.

Il ristorante Algiubagiò offre una cucina curata e proposte originali senza scadere nell’accezione del termine “creativo” che chiude lo stomaco per l’azzardo degli accostamenti. Si può scegliere tra carne e pesce, il menù comprende anche due percorsi di degustazione consigliati per il prezzo in rapporto al menu alla carta. Prezzo corretto.

Prezzi medi – 3 portate senza vino: 60-65 euro

taverna al remer

Taverna al Remer – Cannaregio 5701

Permettersi hotel a 5 stelle non è sempre possibile, ecco allora un’alternativa ottima per l’aperitivo. Con la Taverna al Remer siamo esattamente di fronte all’Erbaria e al mercato di Rialto, perché è facile scegliere il ponte più famoso di Venezia. Ma basta attraversare il canale per avere una vista suggestiva e diversa.

remer ristorante con vista a venezia

Ai gestori, se possiamo permettercelo, un consiglio e uno sprone a migliorare: il menu a buffet della Taverna al Remer consente di abbattere certi costi ma rimanda a un’idea di cucina sorpassata.

Meglio puntare su un’offerta che comprenda pranzo e cena al tavolo, magari diversificando piatti e prezzi.

I classici veneziani ci sono tutti e, tra la carne e il pesce date la precedenza al secondo, che garantisce maggior varietà.

Noi consigliamo il locale per l’aperitivo: prendete il bicchiere e trovate un posto che guardi il canale. Se potete restateci fin quando fa buio: la luce del campiello farà il resto.

Prezzi medi – 3 portate senza vino: 45-50 euro.

[Immagini: Caterina Vianello, Algiubagiò]