El Coq di Lorenzo Cogo riapre in piazza dei Signori a Vicenza

A fine giugno, Lorenzo Cogo, giovane e talentuoso chef stellato, aveva chiuso El Coq, il suo ristorante a Marano Vicentino. Pochi giorni dopo è pronto a ripartire in una nuova e prestigiosa location in Piazza dei Signori a Vicenza, Ecco le prime immagini

Alla fine Marano Vicentino andava stretto a El Coq, il ristorante di Lorenzo Cogo che ha chiuso definitivamente i battenti nel giugno dell’anno corrente.

Sarà stato per la difficoltà effettiva di raggiungere l’anonimo paesino mal segnalato da indicazioni stradali approssimative, o per la collocazione effettivamente un po’ appartata del locale, fatto sta che nemmeno l’abilità del giovane e talentuoso chef era riuscita a dare la spinta necessaria al suo pur gradevole ristorante.

E pensare che il nostro aveva fatto di tutto per promuovere e far conoscere il suo locale, e non si era certo risparmiato: nel 2014 anni aveva organizzato “A cena Con le stelle”, congresso in piazza a Marano Vicentino con molti ristoranti stellati della provincia (La Peca di Nicola Portinari, La Locanda di Piero di Renato Rizzardi, il Casin del Gamba di Antonio Dal Lago, Spinechile Resort di Corrado Favolato).

Nel 2015 aveva creato “Infusion“, evento internazionale di rilievo, a cui sono intervenuti nomi altisonanti Daniel Burns, Thiago Flores,Virgilio Martinez, Paco Morales, e Yoji Tokuyoshi, ex sous-chef di Massimo Bottura che proprio in quei gironi apriva il suo ristorante eponimo.

Ma niente, alla fine El Coq non ce l’aveva fatta, e aveva dovuto dire addio ai suoi clienti e a Marano Vicentino. “Un dispiacere lasciare Marano, ma era il momento“, dice Serena Righele, compagna, pr e spalla inossidabile di Cogo.

Sembrava quindi  finita così, con rammarico e un pizzico di tristezza.

AGGIORNAMENTO delle 13:57: Lorenzo Cogo, dopo aver letto questo post ci tiene a precisare che El Coq di Marano non ha chiuso perché non funzionava, anzi il fatto che ora stia investendo grandi cifre in un nuovo progetto dimostra il contrario.

Invece, ecco che il volitivo e giovane chef sta per riaprire i battenti di El Coq in un’altra nuova, e più prestigiosa posizione: il “Caffè Garibaldi” in Piazza Dei Signori a Vicenza, glorioso locale di fronte alla Basilica palladiana, nientemeno.

Dove Cogo ha escogitato proposte nuove e intriganti come il suo particolarissimo CoqBurgher.

Vicenza, piazza dei signoriel coq, vicenza, lavori in corsoel coq, vicenza

I clienti, in Piazza dei Signori, non dovrebbero mancare, considerato che al piano terra del Caffè Garibaldi si troveranno anche colazioni con croissant, pasticcini e torte, e poi aperitivi, cucina da bistrot e cocktail bar.

Ci sarà pure “El Casolin”, angolo in stile vintage per la vendita di gadget vicentini ma anche targati El Coq, insieme a prodotti tipici del territorio e persino il pane prodotto dallo stesso Cogo.

Non si può dire che il giovane chef manchi di iniziativa, energia e buona volontà per questa nuova avventura vicentina, anche se gli inizi saranno volutamente slow. Il 19 luglio verrà inaugurato soltanto il primo piano del locale, con due percorsi di degustazione di 5 ed 8 portate e con prezzi ritoccati verso l’alto rispetto all’antica sede di Marano, in virtù della nuova posizione.

Unica novità,  la formula con menù alla carta, da cui scegliere tre piatti per 70 euro.

E se il ristorante di Marano adottava uno stile algido e minimalista, persino criticato come eccessivamente “modello Ikea”, a Vicenza invece si “giocherà con luci e colori”.

Dei piatti che saranno proposti ancora nessun accenno, anche se, considerando che la cucina di Cogo aveva trovato di recente qualche detrattore causa acidità e amarezza spinte all’estremo, con menù “difficili” e percorsi poco fluidi, si può ipotizzare che il giovane chef faccia qualche concessione in più al gusto comune, senza venir meno alla suo tratto caratteristico e originale, come tutti gli estimatori si augurano.

Rossella Neri Rossella Neri

15 Luglio 2016

commenti (7)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Bella notizia, di cui si parla in zona già da un po’ e ottima scelta. A Vicenza ci sono ottimi ristoranti, ma tutti per lo più fuori città, come Spinechile, Piero, La Peca, Acqua Crua, Damini, Penacio e altri, tra cui appunto El Coq. Sono convinto che il progetto sarà di successo, e di certo personalmente non farò passare molto tempo prima di tornare a provare la cucina di Lorenzo, in una location molto più comoda come quella in Piazza dei Signori. Del resto, qui in zona, hanno fatto la stessa cosa Giancarlo Perbellini, da Isola Rizza al centro di Verona e Max Alajmo, che pur rimanendo di stanza a Rubano, ha preso in gestione il Quadri in Piazza San Marco.
    In ogni caso, in bocca al lupo a Lorenzo per la nuova avventura!

  2. Avatar pironix ha detto:

    Avranno sicuramente una buona fortuna anche nel nuovo ristorante. lorenzo ci mette passione nel piatto e si sente anche in bocca e nello stomaco.

  3. Avatar Gustochic ha detto:

    Quando il talento si sposa con la passione e la fatica non pesa, le soddisfazioni arrivano. Vai Lorenzo, la tua cucina é sempre una sorpresa e una scoperta. In questa nuova storia ti accompagna la cornice di una delle piazze più belle del mondo, e sarà sicuramente un grande successo!

  4. Avatar Gustochic ha detto:

    Auguri e complimenti a Lorenzo Cogo. Talentuoso e appassionato chef, che porterà la passione e l’innovazione in cucina in una delle più belle piazze del mondo! All’ ombra del Palladio sarà sicuramente un successo.