di Prisca Sacchetti 1 Novembre 2011
Mal di testa

Tutti fissati con Halloween e nessuno che si occupi di come curare l’hangover. E sì che oggi — the day after — ce ne sarebbe perdutamente bisogno. Prendi me. Non scrivo le mie cose di buon’ora a causa di una notte difficile interrotta alle 5:30: e neanche un cane da passeggiare. Non rimane che gugolare “sbronza senza postumi” tra testa pesante, faccia gonfia e neurone superstite che si avvale della facoltà di non rispondere. Più o meno le solite cose:

Alka Seltzer appena sveglio,
doccia caldo/fredda,
ginnastica  (cosa??),
Gatorade o Powerade,
succo d’arancia,
rimettersi a letto.

Il punto è che non riesco a prendere decisioni da sobrio, figurati dopo 5 mojito. Trovo anche rimedi più estremi:

Ru-21 (??, pare sia una blanda pillola per vitaioli),
un Bloody Mary perché se il sangue deve vedersela con alcol nuovo ignora quello vecchio, dicono,
spinello.

Um… troppo estremi.

E poi, cosa mangio oggi? O meglio, cosa evito di mangiare oggi, visto che ingerire qualcosa è l’ultimo pensiero a passarmi per la testa.

Capperi, bleah! Uova… gnafaccio. Il wurstel crudo che sbuca dal frigo, peccarità. Niente di dolce, neanche un succo di frutta, nemmeno la colazione, l’idea del caffè mi rende idrofobo. Per tacere dell’odore del pesce.

Aiuto. Soccorso. Mi basta il conforto della condivisione con voialtri fratelli dell’Internez. Ditemi orsù, qual è l’ultima cosa che vi passa per la testa di mangiare quando siete in hangover?