di Prisca Sacchetti 26 Maggio 2010

Come si fanno gli hamburger di pollo? Facile, spingi la gallina ancora viva tra gli ingranaggi del macchinario infernale e lui te la spenna, spella, disossa, trancia e trita. La carne di pollo ancora calda esce da un tubo mentre ossa pelle e piume finiscono…naaah, lasciamo perdere. Questo video non è roba per smidollati gastrofighetti come voi. Toh, in sostituzione Dissapore vi offre un capolavoro letterario di Pellegrino Artusi e tranquilli: i regali li porta sempre Babbo Natale.

“Come si disossa il pollo” di Pellegrino Artusi
Per disossare un pollo il modo più semplice è il seguente: Tagliategli il collo a metà, la punta delle ali e le zampe alla giuntura della coscia; poi, senza vuotarlo, apritelo lungo il dorso superficialmente, dalle ali al codrione, e con un coltellino ben tagliente cominciate a levar dall’interno le ossa delle ali scarnendole bene. Dopo, sempre dall’interno, levate quelle delle anche e delle coscie, quindi, radendo via via col coltello le ossa esterne della carcassa, vi riescirà di levarla tutta intera, comprese le interiora. I piccoli ossicini della stizza lasciateli, oppure levatela tutta e levate la forcella del petto. Fatto questo, rovesciate le coscie e le ali, già spoglie d’ossa, ritirandole all’interno e portate via tutti i tendini che trovate framezzo alla carne. Ora che il pollo è disossato, se fosse alquanto grosso, formate il composto per riempirlo.