di Fiorenzo Sartore 26 Maggio 2009

red_bull_cola_timeL’hanno chiamata Red Bull Cola” nome appena evocativo dell’altra bevanda gassata. E sono stati chiari: bevanda 100% naturale. Pure troppo, viste le tracce di COCAINA rilevate nella Red Bull Cola dall’Istituto per la salute e il lavoro del Nordrhein-Westfalen. [link]. Red Bull ha prontamente esibito una formidabile giustificazione, indicando  “un estratto di foglia di coca mal decocainizzato” come colpevole. Prego? Mal-decocainizzato? Scopriamo così che la foglia di coca, opportunamente Austria Boliviadepurata degli elementi allucinogeni, viene usata come aroma alimentare. Naturale al 100%, peccato che si siano dimenticati di segnalarla tra gli ingredienti. Sia quel che sia, i tedeschi non l’hanno bevuta ed hanno bandito la Red Bull Cola. E comunque, date le dosi riscontrate,  si calcola che solo un consumo di circa 12.000 litri di Red Bull Cola possa generare qualche effetto allucinogeno. Quanto all’incolpevole fogliolina, ci piace ricordarla così, ritratta con Evo Morales, presidente della Bolivia, convinto difensore del vegetale, nonché coltivatore (di coca).
[Foto Red Bull: Time.com]