di Carlotta Girola 11 Gennaio 2016
prova assaggio, corn flakes, muesli cioccolato

Di detox e diete varie post natalizie non ne possiamo già più. C’è però una categoria di prodotti messa costantemente in parallelo con salutismi vari e dimagrimenti presunti: i cereali da colazione.

Il magico mondo di mueslicorn flakes mi ha sempre affascinato, anche se non ho la costanza di dedicarmici 7/7 a colazione.

Li trovo belli nella loro scrocchiante luminosità e, cosa non trascurabile, all’epoca della mia adolescenza erano cool, in emulazione dei protagonisti di Beverly Hills 90210 che li versavano in tazza direttamente dalla scatola.

Eccoci quindi a scandagliare per Prova d’Assaggio fiocchi di mais, per decidere d’imperio la marca migliore.

Ma poi mi sono detta: “anche il pubblico di Dissapore avrà palpitato per Brenda e Dylan? Non sarà meglio proporre qualcosa della stessa famiglia, ma notevolmente più goloso”. E allora, per non farci mancare nulla, ho propinato al pool di assaggiatori una doppia prova: corn flakes e muesli al cioccolato. Ecco cosa è successo.

CONTENDENTI:

corn falkes, prova assaggio

Lameri – Corn Flakes Fiocchi di mais tradizionali
Kellogg’s – Corn Flakes Gli Originali
Nestlé – Gluten free Corn Flakes
Pandal (Amica Chips) – Corn Flakes

corn flakes, prova assaggio

Il test è stato svolto alla cieca.

CRITERI:

Aspetto visivo
Consistenza
Sapore

Pandal, corn flakes, prova assaggio

Pandal, corn flakes, prova assaggio

 

#4 PANDAL 

Confezione da 500 grammi, ingredienti: farina di mais, zucchero, sale, estratto di malto, barbabietola in polvere.

Giudizio: i peggiori fiocchi della degustazione, con un sapore non dimenticabile, ma da dimenticare
Packaging: scatola in cartone e sacchetto trasparente in plastica, grafica da Sol Levante un po’ troppo datata
Aspetto visivo: fiocchi abbastanza regolari, di colore dorato intenso (tendenze all’arancio), formato medio grande
Consistenza: croccante, ma poi si “attaccano” ai denti
Sapore: non propriamente piacevole, simile a quello di una patatina bruciacchiata e con un retrogusto leggermente muffito
Prezzo: 0,99 € (al kg € 1,98)
In breve: meglio quando Amica Chips si dedica alle patatine

VOTO: 3

Nestlé, prova assaggio, corn flakes

Nestlé, prova assaggio, corn flakes

#3 NESTLE’ 

Confezione da 375 grammi, ingredienti: mais 98,6%, zucchero, sale, destrosio, sciroppo di zucchero di canna parzialmente invertito, correttore d’acidità fosfati di sodio.

– Giudizio: sapore che non raggiunge la sufficienza, promossa la consistenza
– Packaging: scatola in cartone e sacchetto trasparente in plastica, grafica lisergica e (crediamo noi) forse dedicata ai miopi?
– Aspetto visivo: fiocchi irregolari, dorati e più scuri degli altri
– Consistenza: friabile e croccante
– Sapore: il gusto è piuttosto legnoso, un po’ troppo sapido e ricorda la polenta (sob).
– Prezzo: 1,99 € (al kg € 5,30)
– In breve: la multinazionale non convince, manco alla cieca

– VOTO:  5-

corn flakes, kellogg's, prova assaggio

corn flakes, kellogg's, prova assaggio

#2 KELLOGG’S 

Confezione da 375 grammi, ingredienti: mais (98%), zucchero, aroma di malto d’orzo, sale, vitamine (niacina, B6, B2, B1, acido folio, D, B12) e ferro.

– Giudizio: sufficienza piena per i mattatori degli scaffali, nella loro versione basica e tradizionale
– Packaging: scatola in cartone e sacchetto trasparente in plastica, grafica confortante anche se datata (il gallo che canta senza pupilla è un po’ agghiacciante, ma ormai gli si vuol bene), entrata nell’immaginario del “ora mi metto a stecchetto”
– Aspetto visivo: fiocchi molto irregolari, volume medio e colore dorato intenso
– Consistenza: molto friabile
– Sapore: gusto piacevole ma non sconvolgente, maltato e dolce
– Prezzo: 1,75 € (al kg € 4,66)
– In breve: il gallo ha detto sì

– VOTO: 6 +

Lameri, corn flakes, prova assaggio

Lameri, corn flakes, prova assaggio

#1 LAMERI 

Confezione da 500 grammi, ingredienti: mais (94%), zucchero, sale, estratto di malto d’orzo, emulsionante: mono- e digliceridi degli acidi grassi.

– Giudizio: i piccolissimi fiocchini, insieme al latte, creano la perfetta consistenza in bocca, e anche in purezza sono i migliori
– Packaging: scatola in cartone e sacchetto trasparente in plastica, grafica piuttosto minimale e senza guizzi artistici
– Aspetto visivo: fiocchi molto piccoli (al limite del “briciolame), irregolari, colore dorato chiaro
– Consistenza: molto croccante
– Sapore: dolci ma non troppo, dal sapore piuttosto delicato (rispetto agli altri) e allo stesso tempo esattamente quello che ci si aspetta da un corn flakes. Insomma, buoni.
– Prezzo: 1,19 € (al kg € 2,38)
– In breve: nella botte piccola sta il fiocco buono

– VOTO: 7

COSE IMPARATE DA QUESTA PROVA D’ASSAGGIO:

Abbiamo imparato che orientarsi davanti ai mega scaffali di cereali è impresa titanica, visto che ne esistono di tutte le specie e categorie.

Abbiamo imparato che la Nestlé, inaspettatamente, è l’azienda che ha la percentuale più alta di mais, ma che in generale, anche per un prodotto così basico, ci sono alcuni diversivi tra gli ingredienti.

Abbiamo imparato che “sembrano tutti uguali”, ma poi tanto uguali non sono. Infine, abbiamo capito che i fiocchi di mais, nell’epoca dell’hamburger, non hanno più quell’aura cool di un tempo.

[Intervallo]

Rieccoci, quindi. Si ricomincia con i muesli con cioccolato.

Muesli cioccolato, prova assaggio

CONTENDENTI:

Muesli cioccolato, prova assaggio

Venosta (Fuchs)- Choco Muesli
Mulino Bianco – Gran Cereale e cioccolato
Cameo – Vitalis Muesli double chocolate
Kellogg’s – Extra cioccolato al latte
Quaker – Cruesli Cioccolato

Muesli cioccolato, prova assaggio

Il test è stato svolto alla cieca.

CRITERI:

Aspetto visivo
Consistenza
Sapore

Venosta, prova assaggio, muesli cioccolato

Venosta, prova assaggio, muesli cioccolato

#5 VENOSTA 

Confezione da 375 grammi, ingredienti: fiocchi di cereali (avena, frumento 8,9%), zucchero, farine di cereali (grano tenero 5,4%, riso, mais), cioccolato fondente 10% (pasta di cacao, zucchero, emulsionante: lecitina di soia), olio di cocco e girasole, nocciole 4%, sciroppo di glucosio, amido di mais, fiocchi di cocco, miele 0,4%, sale, estratto di malto d’orzo, aromi, cannella, aroma naturale di lecitina di soia, antiossidante: estratto di tocoferolo.

– Giudizio: manca lo sgranocchio vorace del muesli a causa dello stato poltiglioso, e anche il gusto non è proprio dei migliori
– Packaging: scatola di cartone e sacchetto in plastica, grafica rassicurante e bonaria dai toni caldi e autunnali
– Aspetto visivo: i muesli appaiono come monoliti nel deserto sbriciolato con piccole e sottili scaglie di cioccolato (no, non ho aperto la confezione al contrario dove inevitabilmente si trovano le briciole, ma la consistenza è proprio questa)
– Consistenza: croccantino (quando si ha la fortuna di incontrare del muesli in forma solida), cioccolato “scioglievole”
– Sapore: molto dolce, stucchevole e legnoso. Migliora nel caso in cui ci si imbatta in una nocciola (intera)
– Prezzo: 1,99 € (al kg € 5,30)
– In breve: non è che per caso abbiamo acquistato il fondo del silos?

– VOTO: 4 1/2

kellogg's, prova assaggio, muesli cioccolato

kellogg's, prova assaggio, muesli cioccolato

#4 KELLOGG’S

Confezione da 375 grammi, ingredienti: fiocchi d’avena (45%), cioccolato al latte (18%), [zucchero, pasta di cacao, latte intero in polvere, burro di cacao, emulsionante (lecitina di soia)], zucchero, olio di palma non idrogenato, farina di frumento, sciroppo di zucchero invertito, cocco disidratato, melassa, sale, estratto di malto d’orzo, aroma, vitamine (niacina, B6, B2, B1, acido folio, B12) e ferro.

– Giudizio: bilanciati nel gusto, migliorabili in consistenza
– Packaging: scatola di cartone e sacchetto in plastica, grafica
– Aspetto visivo: muesli di media grandezza, cioccolato di formato medio-grande
– Consistenza: media croccantezza (vanno masticati – non sgranocchiati – assai)
– Sapore: all’inizio è una notevole botta dolce, poi arriva un retro sapido e, nel frattempo, il cioccolato si scioglie in bocca e con buona persistenza. Buoni.
– Prezzo: 2,23 € (al kg € 5,94)
– In breve: con questi fate allenare le mandibole

– VOTO: 6 (d’ufficio togliamo un punto: voto 5)

cameo vitalis, muesli cioccolato, prova assaggio

cameo vitalis, muesli cioccolato, prova assaggio

#3 CAMEO

Confezione da 450 grammi, ingredienti: fiocchi integrali d’avena 46%, zucchero, olio di palma, cioccolato fondente in scaglie 8% (massa di cacao, zucchero, cacao magro in polvere, burro di cacao, emulsionante: lecitine), cioccolato al latte in scaglie 7,0% (zucchero, latte intero in polvere, massa di cacao, burro di cacao, siero di latte dolce in polvere, emulsionante: lecitina, aroma), sciroppo di glucosio, germe di grano 4,2%, farina di grano tenero, farina di riso, miele 1,3%, farina integrale di grano tenero, sale, estratto di malto d’orzo disidratato, latte scremato in polvere, aromi.

– Giudizio: più che sufficiente (anzi, quasi sufficiente)
– Packaging: scatola di cartone e sacchetto in plastica, grafica non proprio innovativa. E’ davvero necessario legare sempre i cereali alla donna vitruviana intenta a fare fitness?
– Aspetto visivo: piuttosto standard nella grandezza del muesli (apprezzabile), scaglie minuscole di cioccolato
– Consistenza: croccante
– Sapore: equilibrato, fibroso, con un finale di cioccolato molto persistente
– Prezzo: 3,45 € (al kg € 7,66)
– In breve: decisamente meglio del budino Cameo (reminiscenze d’infanzia, scusate)

– VOTO: 6 1/2 (d’ufficio togliamo un punto: voto 5 1/2)

gran cereale, mulino bianco, muesli cioccolato, prova assaggio

gran cereale, mulino bianco, muesli cioccolato, prova assaggio

#2 MULINO BIANCO

Confezione da 300 grammi, ingredienti: cereali croccanti 30% (frumento integrale, avena integrale, riso, estratto di malto d’orzo, orzo soffiato, oligofruttosio, olio di girasole, aroma, sale), cereali croccanti con cacao 30% (avena integrale, riso, frumento integrale, zucchero, orzo soffiato, estratto di malto d’orzo, oligofruttosio, olio di girasole, cacao magro, sciroppo di glucosio, sale, aroma), fiocchi di riso e frumento integrale 28% (riso, frumento integrale, zucchero, glutine e germe di frumento, latte scremato in polvere, amido di frumento, sale, malto d’orzo, agente lievitante: carbonato acido di sodio, emulsionanti: mono- e digliceridi degli acidi grassi), cioccolato 12% (zucchero, pasta di cacao, burro di cacao, emulsionante: lecitina di soia, aroma).

– Giudizio: scrocchierelli come il muesli, vellutati come il cioccolato
– Packaging: scatola di cartone e sacchetto in plastica, grafica moderna, carina (da zuppa di farro del nonno?)
– Aspetto visivo: il mix è composto di muesli di media grandezza, piccoli cereali al cioccolato, fiocchi vari, scaglie di cioccolato arricciolate
– Consistenza: molto croccante
– Sapore: parecchio dolce ma non stucchevole, grazie al cioccolato che, alla fine, vince su tutto
– Prezzo: 2,79 € (al kg € 9,30)
– In breve: colazione per cacao addicted

– VOTO: 7

Quaker, cruesli, prova assaggio, muesli cioccolato

Quaker, cruesli, prova assaggio, muesli cioccolato

#1  QUAKER 

Confezione da 375 grammi, ingredienti: scaglie d’avena (38%), zucchero, cioccolato 13% [pasta di cacao, zucchero, emulsionante (lecitina di soia)], olio di girasole (11%), frumento (9,8%), sciroppo di glucosio, farina di riso (2,1%), farina di frumento, noce di cocco, melassa, sale, cannella, antiossidante (tocoferolo), aromi di mela e caramello. Il cioccolato contiene almeno il 65% di cacao.

– Giudizio: il miglior muesli al cioccolato tra i 5 concorrenti
– Packaging: scatola quadrata di cartone e sacchetto in plastica, grafica dimenticabile e innocua
– Aspetto visivo: pochi muesli grandi, maggioranza di dimensioni medie, cioccolato in scaglie grandi
– Consistenza: croccantezza media
– Sapore: decisamente buono, leggermente dolce, leggermente sapido e cioccolato convincente. Insomma, sì, ci siamo
– Prezzo: 3,43 € (al kg € 9,14)
– In breve: avere soddisfazioni di mandibola e di palato
VOTO: 7 1/2

COSA ABBIAMO IMPARATO DA QUESTA PROVA D’ASSAGGIO:

Silhouette di donne atletiche, packaging coccoloni e finto-naturali non ci hanno impedito di indignarci, alla fine di questa prova d’assaggio. Chiamateci moralisti, ma la questione dell’olio di palma, oltre ad averci triturato di comunicazione allarmista bombardante, ci ha convinti che il suo uso (anche solo per convinzioni ambientali) non s’ha più da fare.

Abbiamo deciso, quindi, di decurtare un punto sul voto finale (uno solo perché siamo buoni) ai contendenti che, in barba a quello che dice il buonsenso, continuano a usare olio di palma.

Abbiamo imparato che, per una colazione davvero sana, il muesli (pur gustoso) non è certo un complice, anzi (oserei dire). Alla faccia della salute e del salutiamo, l’olio di palma non aiuta. Anzi.

Anzi all’ennesima potenza, direi.