di Rossella Neri 30 Novembre 2020
Spezie

Per tutti quelli che non abitano a Milano, procurarsi del cibo etnico, o meglio del cibo che vostra nonna non riconoscerebbe come tale è un’impresa abbastanza ardua. Il negozio di alimentari della comunità rumena, di quella araba o di quella cinese spesso è tutto un pullulare di latte in polvere, dadi Maggi, PG Tips, dimostrando peraltro un grado di globalizzazione alimentare che nei nostri supermercati è ancora lontano dall’arrivare. Buttarsi sulla spesa online, insomma sui siti internet con e-commerce dedicati, pare l’unica soluzione.

Eppure anche lì si tratta di un commercio agli albori, che ha avuto la sua prima grande crescita lo scorso marzo, per i motivi “tristemente noti”. Molti negozi, tra cui molti dei negozi milanesi, hanno deciso di aprire il loro store online, visto che la clientela in carne ed ossa aveva qualche problema a raggiungerli. Tuttavia la giungla là fuori è ancora piena di grossisti che riforniscono i vari ristoranti etnici, e di siti che tengono insieme i cibi da tutti i continenti: avete mai fatto un giro sulla sezione italiana di Landocean? Ci si vende il riso basmati come prodotto locale.

E in tutto questo, ci sono alcune cucine, come quella indiana, che non hanno il proprio store online dedicato, almeno per il mercato italiano, a discapito del fatto che da qualche anno, qui in provincia, il ristorante indiano abbia sostituito quello cinese, nei pellegrinaggi di avventure gastronomiche delle famiglie della media borghesia. Vero: cucina indiana di per sé non significa nulla, ma anche solo per l’ossequio alla SEO, qualcuno avrebbe potuto inventare il proprio negozio online “indiano” da dare in pasto al mercato italiano. Poco, pochissimo, anche per quanto riguarda la cucina mediorientale, ma qui forse c’entra una certa condivisione della materia prima con la nostra cucina.

In vista del natale tra congiunti, abbiamo raccolto una serie di siti in cui far rifornimento, per concedersi almeno un po’ di altrove.

Tutte le spezie del mondo.it

Il progetto con cui partire è sicuramente questo, che assicura un approvvigionamento di spezie e affini e che rifornisce molti chef italiani, anche stellati, anche i soliti noti. Ha un catalogo per i professionisti, ma vende anche al dettaglio e ha tutto: semi di basilico, bacche di alloro o di crespino, scorze di arancia amara, petali di fiordaliso o polvere di spinacio.

Il costo è di circa 6,5 euro a spedizione.

Info: https://www.tuttelespeziedelmondo.it

Kathay.it

Il negozio di cibo orientale più grande d’Italia spedisce anche online, e lo fa dallo scorso marzo. Fisicamente Kathay sta in Sarpi a Milano e non aspettatevi una selezione di introvabili, ma un insieme completo e un po’ piacione che tiene insieme molti dei prodotti che si trovano anche da Ecor Naturasì, e poi udon e noodles, alghe e funghi. Secondo me quello che vale la pena comprare sono le porcate: i salatini al wasabi, i Loacher al macha, gli arachidi al pollo e maiale, le patatine alla Teriyaki.

I costi di spedizione variano in base alla zona di destinazione e al peso dell’ordine. Consegna in 24/48 ore in tutta Italia

Info: www.kathay.it/eshop

Asia-market.it

Decisamente più fornito, soprattutto per la cucina thailandese, è Asia Market che ha anche una buona sezione di cucina giapponese e di “asiatica”, oltre a una sudamericana un po’ carente.
Del reparto thailandese sono da comprare i frutti di palma e il jackfruit in scatola, il mango verde in agrodolce e lo sciroppo di mangostano. Anche i fiori di banana in salamoia meritano un giro, e il preparato per i bao ripieni. Per quelli che la usano per fare la dieta, c’è una selezione davvero importante di shirataki di konjac.
Spedizioni fino a 3 kg di merce: 6,9 euro, consegna in 24/48 ore in Italia

Info: www.asia-market.it

Domechan.com

Un altro negozio “asiatico” che ha il suo store fisico a San Floriano (LO) ma che vende online è Domechan. L’ho scoperto per i furoshiki, i foulard giapponesi che sono diventati famosi su Instagram per fare i pacchi regalo senza scotch. Ma Domechan va forte sui liquidi: 12 versioni di brodo Tsuyu, un centinaio di sakè e una quarantina di tè.
Le spedizioni sono gratis sopra i 79 euro, arrivano in 4/5 giorni. Per Calabria, Sicilia e Sardegna la consegna necessita di un giorno aggiuntivo.

Info: www.domechan.com

Zenmarket.biz

Tra le cose difficili da reperire, anche se non commestibili, hanno la carta per origami e gli accessori per la calligrafia. Se la selezione delle cibarie giapponesi è un po’ la stessa che si trova anche altrove, la cucina coreana è ben rappresentata con il Makkoli, il vino coreano di frutta e le foglie di sesamo in salsa di soia.
Consegna in 1 o 2 giorni lavorativi in tutta l’Italia, escluso Sicilia, Calabria, Sardegna ed isole, in questo caso la consegna è da 1 a 3 giorni lavorativi. Costi di spedizione in base al peso, si parte da 7,5 euro.

Info: www.zenmarket.biz

Ikiya.it

Anche Ikiya è un negozio fisico, questa volta in quel di Treviso, ed è dedicato al Giappone. È un posto adatto ai neofiti: ci sono i corsi di cucina giapponese online, e gli starter kit per principianti che vogliono cimentarsi nel sushi o nella tempura. Tra il non commestibile anche una grande selezione di kimono e di omamori, quegli amuleti simili ai nostri “scaccia spiriti” che si appendono in casa per attirare la buona sorte.
Spedizioni a 9 euro in tutta Italia, consegna in 48 ore

Info: www.ikiya.it

Kalinkashop.it

La cucina russa è ben rappresentata da Kalinka, un altro negozio milanese con store online, dove trovare il caviale russo, se proprio uno ne sente la mancanza, ma anche tutte le altre uova di pesce che noi qui non consumiamo: di aringa, di merluzzo, di luccio. Ci sono anche molti frutti di bosco difficili da reperire come l’olivello spinoso o l’ossicocco (il cranberry). Inutile dire che la scelta di cetriolini è immensa, compresi quelli marinati con le foglie di quercia. Da comprare anche la Kvas, detta la Coca Cola russa, a base di orzo.
Consegna gratuita su tutto il territorio italiano.

Info: www.kalinkashop.it/it/uslovya.htm

Alterafrica.com

Quanto all’Africa, si tratta di un paese che qui da noi, evidentemente, gode di poca fortuna. I cugini d’Oltralpe invece, chiaramente più avvezzi al pensiero coloniale, hanno creato un sito in italiano che consegna qui da noi. La casa base di Alterafrica è a Toulouse e nella sezione “Africa nera” si trovano molte cose: la farina di platano, il saka-saka tradizionale congolese in scatola (la cui base sono le foglie di manioca cotte come spinaci), la confettura di madd, un frutto selvatico dell’Africa dell’Ovest, o l’attiéké una specie di cous cous di radici di Manioca fabbricato in costa d’avorio. Sempre dalle radici di manioca si compra anche il Gari, chicchi croccanti da mangiare dolci o salati, e le foglie di ibisco sottaceto. Da accompagnare agli stracotti che cucineremo chiusi in casa quest’inverno, c’è la farina di taro, un tubero spesso servito in purea, ma con cui si fanno anche gelati e chips celeberrimi un po’ in tutto l’Oriente.

Spese di spedizione gratuite sopra i 200 euro, altrimenti 25 euro.

Info: www.alterafrica.com

Myamericanmarket.com

Incredibile dictu, il mercato delle schifezze statunitensi è molto ricco anche online. My american Market è forse il più efficiente, anche questo con base a Toulouse e una storia da telefilm della fondatrice, Anne-Claire, che si trasferisce dagli States al Sud della Francia da ragazza e che dopo un po’ sente nostalgia delle porcherie di casa. Il sito non è uno di quelli più riforniti genericamente, anche se le sue sezioni non contengono moltissimi prodotti per sorta, hanno però tutto quel che conta davvero: il formaggio spray, la zuppa al pomodoro Campbell’s, il ripieno in scatola per la crostata alla zucca, un preparato per il bloody mary in lattina a 2 euro.

Consegna in tutta Europa in 6 giorni lavorativi, spese di spedizione a seconda del peso e della destinazione.

Info: www.myamericanmarket.com

Americancrunch.it

È un negozio in carne e ossa a Milano, ed è anche uno store online, famoso per la selezione di marshmallow (dalla crema spalmabile alla gelatina con marshmallow), quelle cose che noi del vecchio continente non potremo mai capire. Ottima anche la selezione delle pop tart, le tortine ripiene di qualunque cosa, marshmallow e pretzel compresi.

La spedizione espresso è pari a 6,80 euro su tutto il territorio italiano; spedizioni gratuite sopra i 49 euro di spesa. Consegne in 2 o 3 giorni.

Info: www.americancrunch.it/categoria-prodotto/dolci-americani/marshmallows/

Americanfoodshop.it

È invece lo shop online messo su da Biagio, casertano, che ha passato l’infanzia vicino ad una base NATO a mangiare burro d’arachide, e della sua compagna Lara che, come da clichet, ha deciso di aprire con lui il negozio guardando la tv. Non ci sono molte cose che differiscono dagli altri store online, ma mi sembra imperdibile il condimento per pop corn alle alette di pollo piccanti.

Il costo della spedizione è unico in tutta Italia ed è fissato in 5,99€. Per ordini superiori a 59,90€, le spese di spedizione sono gratuite. La consegna avviene in 5 giorni.

Info: https://americanfoodshop.it/cibi-americani/cibi-salati

Americanuncle.it

Altro aggregatore di prodotti americani con un marketing prepotente e con una selezione di private label. Non mi è particolarmente simpatico, ma è imbattibile per la selezione di carne secca.

La spedizione ha un costo fisso di €5,99, ma è gratuita per ordini superiori a 59€. Consegna in max 5 giorni.

Info: www.americanuncle.it/collections/carne-secca

Richmonds.it

Un’altra ineffabile gioia per expat è questo sito di prodotti inglesi, praticamente un Marks & Spencer online dove ritrovare l’introvabile, come l’haggis in scatola (le imperdibili interiora di capra alla scozzese), lo Stilton, la Devon custard, il burro a rum. Per farsi davvero del male ci sono anche gli spaghetti in scatola.

Consegna in tutta Italia in 24 ore (non ora), in 48 ore nelle isole e in Calabria. Le spese di spedizione che variano in base al peso e alla destinazione e partono da 7,9 /17,9 euro per le isole)

Info: www.richmonds.it/

Greekflavours.com

Per la cucina Greca il più efficace è Greek Flavours, un distributore greco che spedisce in tutta Europa i prodotti tipici. Tra le cose un po’ più difficili da trovare qui da noi le halva (i dolcetti a base di semi di sesamo) in tutti i gusti, l’halloumi, e il pastourmas, il salume di manzo stagionato altrimenti detto il pastrami greco.

Spedizioni gratis dopo gli 89 euro di spesa.

Info: https://www.greekflavours.com

Aktys.it

Un distributore padovano, basato sui prodotti greci ma con un taglio fighetto, interessanti i suoi prodotti alla melagrana (sciroppo e salsa), le varie preparazioni a base di fichi e le confetture di agrumi vari.

Consegna in 2/3 giorni, costi di spedizione da 5,9 ma la spedizione è gratuita dai 99 euro di spesa.

Info: aktys.it

Ellenika.it

Un distributore con base a Roma che propone i tipici prodotti mediterranei, ma di provenienza greca: legumi, cereali, miele, olio e olive. Va bene per chi non vuole sperimentare gusti nuovi, ma si accontenta dell’alterità della provenienza.

Spedizioni gratis dai 100 euro di spesa, altrimenti il costo è di 9 euro spedizione. Consegna in 24 ore.

Info: www.ellenika.it

1