di Caterina Vianello 25 Aprile 2021
Tavolette cioccolato al latte

12 categorie, oltre 900 assaggi (tra cioccolati in tavoletta e dragées, cremini, gianduiotti, creme spalmabili, canditi e frutte ricoperte, praline, ecc) ed una rosa di finalisti che vanta il meglio della produzione italiana di cioccolato: sono i numeri che sintetizzano il Premio Tavoletta d’Oro che ogni anno la Compagnia del Cioccolato assegna ai migliori cioccolati italiani. Giunti quest’anno alla 19° edizione, che si è svolta allo Store Ferrowine a Castelfranco Veneto domenica 25 aprile, gli “Oscar” del cioccolato rappresentano i più autorevoli premi alla produzione di qualità in Italia e sono il risultato di decine di giudizi degustativi assegnati secondo le schede di valutazione della Compagnia del Cioccolato.

Fondata nel 1995 a Perugia e attualmente presieduta da Gilberto Mora, la Compagnia è diventata  negli anni un punto di riferimento nella difesa del cioccolato di qualità e ha visto progressivamente crescere il numero dei suoi associati (tra i quali si contano appassionati, degustatori professionali, giornalisti, esperti food e raffinati gourmet) che oggi arriva a superare il migliaio. L’obiettivo del premio, che rappresenta annualmente la fotografia più attendibile sulla produzione artigianale italiana, è quello di fornire un’analisi completa dei cioccolati in vendita in Italia e un orientamento per i suoi soci e per tutti i consumatori in vista di un consumo consapevole.

Il Premio fotografa quasi completamente il cioccolato italiano di alta qualità – sottolinea Gilberto Mora, Presidente della Compagnia del Cioccolato – ed è in perfetta sinergia con il grande lavoro che Compagnia sviluppa con i corsi di formazione e gli eventi in Italia e all’estero dedicati alla promozione del cioccolato italiano.  Le degustazioni di quest’anno hanno riconfermato l’alto livello raggiunto dai cioccolatieri di punta italiani che ormai sono stabilmente ai primi posti per il cioccolato di alta qualità in Europa e nel mondo. Abbiamo constatato una tendenza, anche di importanti cioccolatieri già affermati, a seguire tutto il processo produttivo partendo dalle fave di cacao per proporre il proprio cioccolato d’origine e una particolare attenzione alle creme spalmabili e cioccolati al latte ad alta percentuale. Continueremo ad analizzare con attenzione il mercato – conclude Mora – per presentare e valorizzare anche i giovani produttori emergenti. Inoltre vogliamo sottolineare come tutti i cioccolati giunti tra i finalisti rappresentino la fascia alta del cioccolato italiano per cui vorrei aggiungere alla lista d’eccellenza e ringraziare gli altri importanti produttori italiani arrivati tra i finalisti/cioccolati d’eccellenza come Aruntam, Castagna, Bonajuto, Donna Elvira, Bodrato, Bardini, Amaro, Dolciaria Marche, Marangoni, Tipicobarocco, Varvaro, Bernardi,Villa & Stacchezzini, Macondo, Crea”.

Criteri di valutazione e categorie

Cioccolato “di qualità”: è questo, in estrema sintesi, il criterio guida che la Compagnia del Cioccolato utilizza per l’assegnazione dei premi. L’accezione del concetto, tuttavia, è ampia e, come precisa la stessa Compagnia, comprende: arte cioccolatiera e pasticcera, scelta delle materie prime, profonda conoscenza e aggiornamento continuo, rigoroso rispetto di una tradizione consolidata, innovazione nel lavoro nelle piantagioni, sperimentazione di blend e aromatizzazioni e inserimento di un buon cacao delle varie parti del mondo in produzioni di taglio industriale.

I cioccolati che hanno superato gli 85 centesimi sono arrivati in finale, suddivisi per categorie: fondente e origini, latte e latte ad alta percentuale di cacao, gianduia, aromatizzati e speziati, spalmabili, frutte ricoperte, praline, cremini, cioccolati grezzi e le Tavolette speciali (cioccolatiere emergente, cioccolatiere internazionale, massa di cacao, Premi speciali). Per ogni vincitore è stata riportata la scheda di valutazione realizzata da Gilberto Mora e Roberto Caraceni.

Cioccolato fondente. Ex aequo: Fondente Criollo 80 %, Domori e GranCacao al 73%, Slitti

Fondente Criollo 80 % Domori

Chi conosce Domori sa che utilizza solo cacao di grandissima qualità che ritroviamo in questo blend di criollo venezuelano all’ 80%. A differenza dei monovarietà, da un blend ci si aspetta armonia ed equilibrio tra molteplici aromi: proprio quello che ritroviamo in questa tavoletta di grande piacere. Il mix dei migliori cacao domoriani ci consegna una tavoletta che pesca i profumi dalle sottostanti varietà di cacao, esclusivamente di tipo Criollo. Il cioccolato rispetta fino in fondo tutte le caratteristiche aromatiche dei cacao originari evidenziando le note di datteri, fichi secchi e uva passa. Fini e molteplici aromi tutti chiaramente percepibili.

Piacere gustativo: Il perfetto blend di elevata qualità, sapientemente bilanciato per offrire al naso un bouquet ricco di aromi con le componenti migliori di ciascuna tipologia.

Aspetto tattile: La lavorazione delle fave di cacao tipica di questa azienda arricchisce il prodotto anche di una struttura altamente cremosa e setosa al tatto, a completarne le caratteristiche di grande piacevolezza. La raffinatezza di questa tavoletta è in grado di soddisfare sia gli amanti delle note più fini che gli appassionati della forza più muscolosa del cioccolato.

GranCacao al 73% Slitti

Slitti è un amante degli equilibri, della lavorazione tecnicamente perfetta. I suoi cioccolati devono innanzi tutto… piacere! Questo cioccolato ce lo racconta. Un blend non vuole stupirci con effetti speciali, deve piuttosto trovare i suoi pregi nelle armonie, nel bilanciamento migliore delle sensazioni che offre. Il Gran Cacao è tutto questo, ci regala momenti di piacere intenso, un piacere semplice, godibile, ma allo stesso tempo sofisticato per chi ne sa interpretare il valore.

Piacere gustativo: L’aroma primario è intenso, offre tutto il piacere di un cioccolato robusto e di grande soddisfazione. Il mix di cacao di alta qualità utilizzati ci consente di percepire anche un ampio bouquet aromatico, in cui spicca un gradevolissimo sentore di ciliegia alcolica.

Aspetto tattile: Una buona tattilità non poteva mancare in questa tavoletta così ben realizzata. La sua struttura è frutto di una lavorazione che mira ad offrire un elevato piacere anche al tatto orale.

Caratteristiche distintive: Da apprezzare in particolare gli equilibri, il bilanciamento, l’armonia.

Cioccolato Fondente d’Origine: Chuao 70% Domori

Chuao: il solo nome evoca emozioni in chi ama il cioccolato. Il piccolo paesino venezuelano da cui trae origine questo prezioso cacao ha purtroppo perso, negli ultimi anni, la purezza genetica di questo grande cru, essendosi ormai ibridato con altre tipologie di cacao di minore valore, se pur di qualità. Domori, però, con la sapiente guida di Gianluca Franzoni ha saputo “salvare” il Chuao originale e riprodurlo nelle proprie coltivazioni, riuscendo così a conservare tutte le caratteristiche che a suo tempo hanno fatto di questo cacao uno dei più apprezzati al mondo. Non a caso, oggi le tavolette Chuao di Domori offrono qualcosa in più rispetto a quelle prodotte da altri cioccolatieri con il cacao proveniente dal vecchio paesino sulla costa venezuelana. Si potrebbero scrivere pagine su questa tavoletta e sul suo cacao di origine.

Piacere gustativo: Siamo ai massimi livelli. Questo monovarietà offre una gamma di aromi secondari raramente riscontrabili in un cioccolato. Nocciola, mandorla, prugne secche, marmellate, miele e ogni altro aroma che la soggettività di ciascuno possa riscontrare, perché i profumi di questo cioccolato sono così ampi da non porre limiti. Non manca comunque anche la forza del primario, tipica dei cioccolati domoriani fatti solo di massa di cacao e zucchero.

Aspetto tattile:Anche sull’aspetto tattile questa tavoletta va molto forte. La cremosità tipica del cioccolato qui si esprime ai massimi livelli, con una struttura di grande presenza, invasiva, con una rotondità eccellente che amplifica ogni altro pregio di questo prodotto.

Caratteristiche distintive:Profumi, aromi secondari, una ricchezza che fa di questo cioccolato un prodotto da intenditori, da assaporare in religiosa concentrazione per non perdere nessuna di tutte le sue potenzialità.

Premio speciale Miglior cioccolato 100%: Ocumare di Cata 100%, Sabadì

Un cacao in purezza che rappresenta al meglio la produzione della piantagione di Cata. Attualmente, all’Hacienda Cata il cacao e le sue varietà genetiche vengono coltivate all’ombra di una foresta tropicale. Vi converge la biodiversità delle specie comuni ed endemiche. Le donne e gli uomini che dedicano la propria vita alla coltivazione di questo frutto da generazioni ha avuto la straordinaria interazione con la conservazione dell’ecosistema dell’albero del cacao, la sua variabilità, la sua biodiversità, flora e fauna, nonché le sue espressioni culturali, diventando ecologisti integrali.

Aspetto tattile: pur in presenza di una massa di cacao la texture è morbida e piacevole.

Piacere gustativo: un cacao dolce e gradevole dove esplodono tutte le caratteristiche delle differenti tipologie aromatiche del criollo Ocumare. Un cacao importante, selezionato da Cacao Mar, con un gustoso aroma primario, note di panna, caramello, spezie, mandorla, sottobosco e funghi, marmellata di ciliegia. Ottimo bouquet floreale con sentori fruttati.

Caratteristiche distintive: un grande cacao per un 100% d’eccellenza ma semplice da degustare.

Cioccolato al latte: Toscano Brown 32%, Amedei

Il cioccolato al latte, poco considerato dagli esperti fino a qualche tempo fa, presenta delle vere eccellenze: una di queste è il Toscano Brown di Amedei. Una tavoletta in grado di soddisfare i palati “gourmet” degli amanti del cioccolato Perfettamente bilanciato nelle sue componenti: un cioccolato di grande eleganza, da assaporare lentamente.

Aspetto tattile: Le sensazioni tattili, spesso imperfette in questo tipo di cioccolato, qui amplificano la piacevolezza del gusto. Ottima cremosità e morbidezza senza alcuna deriva di “gommosità”.

Piacere gustativo: il latte ed il cioccolato fanno sentire chiaramente la loro presenza e la loro qualità senza alcuna reciproca prevaricazione.

Caratteristiche distintive: Questo Latte rappresenta il perfetto equilibrio fra le componenti del latte, cacao e zucchero che danno un prodotto ottimamente equilibrato e senza spigolosità

Cioccolato al latte con cacao > 40%. Ex aequo: Lattenero 45%, Slitti e Cuyagua 55%, Maglio

Slitti Lattenero 45%

I piaceri di questo cioccolato si trovano nei suoi straordinari equilibri: un rapporto perfetto tra tutte le componenti. L’uso di cacao di alta qualità (Ecuador, Perù, Madagascar) fornisce una marcia in più: le componenti aromatiche vengono liberate durante l’assaggio che va goduto con calma. Un cioccolato “alla Slitti”, studiato per essere tecnicamente perfetto, costruito ad arte.

Aspetto tattile: Le sensazioni tattili non risentono della grassezza inevitabilmente presente per la presenza del latte, la struttura è quindi piacevole e cremosa senza scadere negli eccessi di burrosità L’armonia e l’equilibrio consentono di percepire questo cioccolato come un tutt’uno, una ricetta in cui l’insieme amplifica il valore dei singoli ingredienti.

Piacere gustativo: La maestria del cioccolatiere ci consente di percepire in modo eccellente sia le note del cacao che quelle del latte, senza eccessi di dolcezza

Caratteristiche distintive: L’armonia e l’equilibrio consentono di percepire questo cioccolato come un tutt’uno, una ricetta in cui l’insieme amplifica il valore dei singoli ingredienti.

Cuyagua 55%, Maglio

Un cioccolato che piace e soddisfa sia gli amanti del latte che i fautori del fondente. I piaceri di questo cioccolato si trovano nei suoi straordinari componenti. L’uso di cacao di alta qualità, l’Ocumare della piantagione di Cuyagua appunto, fornisce una marcia in più: le componenti aromatiche vengono liberate durante l’assaggio con intensità e forza. Anche un latte di altrettanto ottima qualità fornisce la morbidezza e la burrosità.

Aspetto tattile: Le sensazioni tattili non risentono per nulla della grassezza inevitabilmente presente per la presenza del latte, la struttura è quindi piacevole e cremosa. L’armonia e l’equilibrio consentono di percepire la particolarità di questo cioccolato dove l’origine del cacao Ocumare di Cuyagua esplode con intensità.

Piacere gustativo: La maestria del cioccolatiere ci consente di percepire in modo eccellente sia le note del cacao che quelle del latte.

Caratteristiche distintive: un esempio di cioccolato al latte innovativo dove la presenza di un grande cacao d’origine sposta ancora più avanti i canoni dei cioccolati al latte con alta percentuale di cacao.

Gianduia: Tourinot Maximo, Guido Gobino

E’ considerato da molti il migliore gianduiotto del mondo. Possiamo, infatti, definire Guido Gobino come “il maestro della gianduia”. Il Maximo che compie quest’anno i 25 anni rappresenta un punto di partenza e di arrivo del gianduiotto di alta qualità. Qui troviamo solo Nocciola Piemonte IGP Tonda Gentile delle Langhe e un ottimo cacao venezuelano. L’eccellenza è sapientemente lavorata da Gobino a partire dal campo, una sorta di “bean-to-bar della nocciola” in perfetto equilibrio con l’aromaticità del cacao.

Aspetto tattile: estruso a mano, cremoso, finezza e fusione perfetta. Un prodotto esplosivo, praticamente perfetto, che dà grande e persistente piacere

Piacere gustativo: La nocciola è così intensa, piacevole e profumata che risulta inebriante, da ascoltare con attenzione quasi a livello cerebrale. Anche i profumi del cioccolato si fanno sentire, in un gioco di equilibri in cui le componenti si accompagnano splendidamente.

Caratteristiche distintive Un prodotto esplosivo, praticamente perfetto, che dà grande e persistente piacere

Cioccolato aromatizzato. Ex aequo: Affinato al Finocchietto, Sabadì e Bianco Caramello e sale delle Hawaii, T’a Milano

Affinato al Finocchietto 68%, Sabadì

I semi di finocchio hanno un aroma particolarmente invasivo; possono inoltre risultare dissonanti dal punto di vista tattile rispetto al cioccolato che si scioglie così velocemente. Sabadì è riuscito ad eliminare questi potenziali handicap in colpo solo, tramite la tecnica dell’affinamento: il cioccolato in realtà non contiene alcuna parte del finocchio, ma ne sprigiona ugualmente gli aromi grazie ad un periodo di affinamento trascorso dal cioccolato in appositi contenitori assieme ai fiori di finocchio, dai quali ha così assorbito solo i profumi che ora è in grado di restituire al palato in modo delicato ed elegante allo stesso tempo.

Piacere gustativo: il 68% di cacao presente consente a questo cioccolato aromatizzato di mantenere tutta la forza di un cioccolato fondente, ma anche la sua corretta dolcezza, pur permettendogli di offrire i profumo dell’aroma aggiunto, che in questo caso non si può definire realmente aggiunto.

Aspetto tattile: molto spesso questo tipo di cioccolati hanno il difetto di contenere parti solide di aromatizzazione che fanno fatica a sciogliersi, o che comunque non condividono la stessa velocità di fusione e piacevolezza tattile del cioccolato. In questo caso è il solo cioccolato a determinare la struttura della tavoletta, quindi non ha alcun “disturbo” da altri aromi aggiunti. Meglio di così!

Caratteristiche distintive: da apprezzare in particolar modo l’eleganza dell’aromatizzazione, tutt’altro che invadente, come spesso avviene, ma, al contrario, elegante, in ottimo equilibrio, delicata; svolge alla perfezione il suo ruolo: offrire un profumo, nient’altro.

T’a Milano, Bianco Caramello al sale delle Hawaii

Per realizzare un cioccolato bianco che sia di qualità bisogna essere proprio bravi. Questo tipo di tavolette risulta in genere troppo dolce e poco saporito. Ecco che i fratelli Alemagna ci propongono un cioccolato bianco veramente piacevole sia al gusto che tatto, arricchendolo con il caramello e con un pizzico di sale, in grado di farne un cioccolato diverso, dotandolo di una personalità da scoprire.

Piacere gustativo:i profumi, di per sé delicati, del cioccolato bianco si affiancano alla perfezione all’aroma del caramello e il tutto viene esaltato dalla presenza del sale, elemento desueto per il cioccolato ma che qui costituisce un ottimo valore aggiunto. Da apprezzare il buon equilibro tra tutte le componenti, tutt’altro che scontato.

Aspetto tattile: la buona grassezza del cioccolato bene rende questa tavoletta piacevole anche a livello tattile, senza per questo scadere in un eccesso di grassezza. Il sale, pur percepibile, non costituisce elemento di discontinuità tattile grazie alla sua rapida e piacevole fusione.

Caratteristiche distintive: gli elementi costitutivi di questa tavoletta e il loro sapiente bilanciamento riescono ad annullare la banalità di un tradizionale cioccolato bianco, fornendogli tutti gli strumenti per farne un prodotto da degustare con attenzione.

Creme spalmabili. Ex aequo: Riccosa 51% nocciole, Slitti e Nocciole e cacao, Marco Colzani

Riccosa 51% nocciole, Slitti

Le creme spalmabili alla nocciola sono da sempre pane per i piemontesi, ma Andrea Slitti ha rubato loro una fettina di gloria. La sua Riccosa contiene ben il 51% di Nocciola Piemonte Tonda Gentile IGP. Il metodo di lavorazione è “alla Slitti”, cioè tecnicamente perfetto. il risultato è una grande qualità sia in termini olfattivi che tattili. Piacere gustativo: I profumi della nocciola si liberano prepotentemente inebriando il nostro naso, spalleggiati dalla componente cioccolatosa che amplifica e completa il complesso aromatico.

Aspetto tattile: sensazione cremosa, avvolgente, morbida senza mai cadere nell’eccesso di grassezza. Una spalmabile che evoca momenti di grande gusto, nel senso più alto e completo del temine Aromi di grande eleganza, pulizia ed intensità emanati da nocciole incredibili, resi molto fruibili al naso grazie ad un’attenta lavorazione.

Nocciole e cacao, Marco Colzani

Le creme spalmabili, quelle di valore, devono poggiare le proprie fondamenta su due elementi: cacao e nocciole. I quali, non solo devono essere presenti in adeguate proporzioni, ma soprattutto devono avere una qualità eccellente. Ed è proprio la caratteristica di questa spalmabile di Colzani, che utilizza le migliori nocciole di sempre, quelle Piemontesi IGP. Per non parlare poi dei cacao di questo produttore, ne conosciamo l’alta qualità e le potenzialità aromatiche. Il risultato non può che essere superlativo.

Piacere gustativo: qui andiamo forte. Da una spalmabile vogliamo soprattutto il profumo della nocciola percepibile su una base di cioccolato: questa spalmabile ce la offre riuscendo a mantenere un apprezzabile bilanciamento delle parti. La nocciola è comunque protagonista, come deve essere, con una esplosione aromatica nel naso che sono una Nocciola Piemonte IGP riesce dare. A patto, però, che sia lavorata bene.

Aspetto tattile: nessuna collosità, nessuna gommosità, nessuna mollezza. Allo stesso tempo questa crema non è neanche sfuggente, acquosa. Possiede invece una struttura di tutto rispetto, una presenza al palato che potenzia le percezioni aromatiche. Le componenti oleose, pur abbondanti, non lasciano percepire alcun eccesso di grassezza.

Caratteristiche distintive: il profumo di nocciola è vincente, inebriante, di grande soddisfazione. Ma sarebbe un peccato non fare caso anche agli aromi della componente cacao, di tutto rispetto. Un matrimonio perfettamente riuscito.

Frutte candite e canditi ricoperti: Filetti d’arancia ricoperti, Maglio

Un filetto d’arancia di Corigliano Calabro, parzialmente candito e lasciato per breve tempo in infusione alcolica, ricoperto poi da un doppio strato di cioccolato fondente, assume la nobiltà e l’impatto di un grande frutto candito. Un prodotto che immediatamente ci fa entrare nel mondo dell’assoluta piacevolezza gustativa.

Piacere gustativo: l’immissione di un importante cacao venezuelano nobilita e rende piacevole la copertura. La frutta è di altissimo livello, intensa e profumata. Non esiste la solita stucchevole dolcezza della canditura.

Aspetto tattile: Grande equilibrio tra cioccolato fine e liscio al tatto e frutta, ottima struttura. Caratteristiche distintive: Perfetto equilibrio tra qualità della frutta e copertura di cioccolato. Il risultato è un prodotto di assoluta eccellenza

Cioccolati con ripieno: Tiramisù con mascarpone e caffè, Venchi

Non è facile mettere insieme tanti diversi ingredienti in un cioccolato e mantenere il dovuto equilibrio. Questa tavoletta ci riesce benissimo, e riesce così a proporre in versione cioccolato uno dei gusti più apprezzati e rinomati, quello del tiramisù. Cioccolati di questa categoria hanno spesso un taglio commerciale e, ad esempio, difettano di eccessi di dolcezza. Venchi ha invece saputo creare una tavoletta di ottimo livello, pensata e prodotta per soddisfare sia i palati più esigenti che il grande pubblico.

Piacere gustativo: Questo cioccolato ci ricorda proprio il famoso dolce da cui prende il nome, la riproposizione in forma di tavoletta ripiena lascia percepire sia i sentori del cioccolato che i piaceri veicolati dal mix degli altri ingredienti, senza mai presentare eccessi o disomogeneità nel gusto.

Aspetto tattile: Pur contenendo diverse sostanze grasse, questa tavoletta non presenta eccessi di grassezza, anzi ha una struttura molto piacevole al palato, liscia ma ben presente allo stesso tempo. E mentre si scioglie in bocca, ben si comporta anche nella sua funzione di cremosità cioccolatosa.

Caratteristiche distintive: È semplicemente molto piacevole. Il suo grande pregio è di riuscire a declinare tutta la golosità del Tiramisù in una veste di cioccolato, dove l’ottimo equilibrio delle parti consente di godere a pieno di tutte le sensazioni.

Praline: Pralina alle Olive, Gardini

Cioccolato e olive? Il connubio suona alquanto strano, tranne che per un cioccolatiere che conosca bene il proprio mestiere. Sono molti i rischi nel mettere insieme questi due ingredienti così dicotomici, molti i possibili errori. Eppure in questa pralina sembrano fatti uno per l’altro, sembrano esaltarsi a vicenda e scambiarsi i complimenti. E forse è proprio lo stupore di questo riuscito matrimonio a provocare un picco di piacere in chi assaggia questa pralina.

Piacere gustativo: l’accostamento dolce-salato riscuote qui un grande successo. I profumi dell’oliva sono ben presenti pur senza risultare invadenti, riescono a modulare sapientemente il compromesso tra i due ingredienti protagonisti. Sembra quasi di passare in un solo istante dall’aperitivo al dolce.

Aspetto Tattile: morbidezza e cremosità risultano molto accattivanti, costituiscono uno dei piaceri di questa pralina. La sottile camicia accompagna bene la ganache, formando un tutt’uno molto armonico. Nessun eccesso di grassi, nonostante una struttura godibilmente morbida.

Caratteristiche distintive: molto piacevole il profumo dell’oliva, ben presente, ma anche ben affiancato dai sentori del cioccolato. Da apprezzare in particolare il corretto rapporto qualitativo e quantitativo tra oliva e cacao.

Cioccolati grezzi: Arancia e maggiorana, Sabadì

Un cioccolato della tradizione modicana con l’innovazione portata da Sabadì. Napolitain biologico aromatizzato naturalmente con arancio e maggiorana. La presenza di un cacao “fino de aroma” come il Nacional Arriba dell’Ecuador e le aromatizzazioni specifiche danno al cioccolato un menù aromatico generale di grande complessità e interesse.

Aspetto tattile: Granulosità delicata e quasi impercettibile sia al tatto che al gusto Grande spessore tra l’equilibrio gustativo e la persistenza. Un “ modicano” atipico ed unico.

Piacere gustativo: Un ottima struttura dovuta ad una maggiore raffinazione dello zucchero e ad un temperaggio della tavoletta.

Aspetto tattile: Granulosità delicata e quasi impercettibile sia al tatto che al gusto.

Caratteristiche distintive: Grande spessore tra l’equilibrio gustativo e la persistenza. Un “modicano” atipico ed unico.

Cremini: Inca Maracaibo, Majani

Premio speciale in ricordo di Anna Majani, scomparsa pochi mesi fa. L’ultimo nato tra i cremini non aromatizzati della storica Azienda Majani. Uno sforzo produttivo non indifferente perché per la prima volta unisce alla classicità del cremino un cacao interamente monorigine: il cacao Maracaibo della zona di Sur del Lago.

Aspetto tattile: morbido, cremoso e senza alcuna traccia di collosità con una pulizia invidiabile.

Piacere gustativo: ben riuscito l’impatto cacaoso e l’equilibrio tra l’intensità del cacao Maracaibo e gli aromi di mandorla e nocciola. Il cremino è senza latte.

Caratteristiche distintive: un cremino di spessore con una bella e predominante intensità del cacao.

Per la categoria “cioccolato internazionale” vince l’Heart of Darkness 85% di Marou Faiseurs de Chocolat.